15/9/19 – Giornalisti autonomi. Gli iscritti alla gestione separata Inpgi, liberi professionisti con regime forfetario, hanno tempo sino al 30 settembre per la comunicazione reddituale

image_pdfimage_print

E’ stato prorogato al 30 settembre il termine per la presentazione della dichiarazione reddituale annuale dei giornalisti liberi professionisti in regime forfetario. Lo ha reso noto l’Inpgi – Istituto previdenziale dei giornalisti italiani.

In particolare, rende noto l’Ente, a seguito delle novità introdotte dall’articolo 12-quinquies della legge n.58 del 28 giugno 2019 (di conversione del DL n. 34/2019), l’Agenzia delle Entrate, con risoluzione n. 64/E, ha precisato che i versamenti annuali ai fini delle imposte dirette, IRAP ed IVA, dovuti da alcune categorie di contribuenti che applicano il regime forfetario agevolato, previsto dall’art. 1, commi da 54 a 89, della l. 190/2014 e che applicano il regime fiscale di vantaggio per l ‘imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità di cui all’art. 27, commi 1 e 2, del decreto legge n. 98 /2011, convertito , con modificazioni, dalla L. n. 111/2011, sono posticipati al 30 settembre 2019. La disciplina ha carattere generale e trova, quindi, applicazione anche nei confronti di quei giornalisti rientranti nelle predette fattispecie.
L’Inpgi ha, quindi, evidenziato che i giornalisti interessati dalla proroga potranno presentare la comunicazione reddituale obbligatoria entro il 30 settembre, senza che incorrano nelle sanzioni di cui all’art. 8 del Regolamento.
Ai fini procedurali, sarà tuttavia necessario che gli interessati comunichino all’Istituto la sussistenza nei loro confronti dei requisiti previsti dalla norma, che comportano la proroga dei termini di scadenza dei versamenti fiscali.
Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito dell’Inpgi, a questo link