16/9/19 – Riorganizzazione del Ministero dello Sviluppo economico. Le funzioni della DGAT nel settore radiofonico e televisivo

image_pdfimage_print

Il DPCM 19 giugno 2019, n. 93 ha redistribuito le competenze delle Direzioni generali del Ministero dello Sviluppo economico, anche in virtù della riduzione del relativo numero (passano dalle precedenti 15 a 12).
Per quanto riguarda la Direzione generale per le Attività Territoriali (DGAT – si tratta della direzione che ha il compito tra l’altro, di coordinare l’attività degli Ispettorati territoriali del Ministero), le relative competenze sono definite dall’art. 12 del sopracitato DPCM.

In particolare, con riferimento al settore radiofonico e a quello televisivo, la DGAT si occupa di:
modifiche, compatibilizzazione e ottimizzazione di impianti radiofonici in analogico in concessione di cui al decreto legislativo 31 luglio 2005, 177; verifiche tecniche sugli impianti di radiodiffusione televisiva e dei connessi collegamenti di comunicazione elettronica e rilascio del relativo parere alla Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica, di radiodiffusione e postali; collaborazione con le Autorità regionali in materia di inquinamento elettromagnetico per quanto di competenza;
individuazione e rimozione delle interferenze ai servizi di comunicazione elettronica e radiodiffusione sonora e televisiva;
monitoraggio con sistemi elettronici fissi e mobili del corretto utilizzo dello spettro radioelettrico, anche in coordinamento con la Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica, di radiodiffusione e postali e la Direzione generale per le tecnologie delle comunicazioni e la sicurezza informatica – Istituto superiore delle comunicazioni e delle tecnologie dell’informazione;
prestazioni eseguite in conto terzi (trattasi, tra l’altro, delle misure relative alla compatibilizzazione tra emittenti radiotelevisive), per quanto di propria competenza, individuate ai sensi dell’articolo 6 del decreto legislativo 30 dicembre 2003, n. 366, anche tramite la definizione di accordi e convenzioni stipulati con altre amministrazioni pubbliche, enti e privati.

(Nella foto: la sede del MiSe di via Veneto, a Roma. Foto dal sito www.mise.gov.it)