24/12/19 – Provvidenze editoria radio e tv locali: le domande vanno presentate tra il 1° e il 31 gennaio 2020

image_pdfimage_print

Le domande per le provvidenze editoria relative all’anno 2019 per radio e tv locali devono essere presentate a decorrere dal 1° gennaio 2020 ed entro e non oltre il 31 gennaio 2020, al Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Ricordiamo che tali provvidenze riguardano esclusivamente le riduzioni tariffarie del 50% relative alle utenze telefoniche.

L’invio delle domande deve essere effettuato a mezzo Pec – posta elettronica certificata e con firma digitale certificata. Solo laddove ricorrano giustificati motivi che impediscano all’impresa richiedente l’utilizzo dello strumento informatico, ai sensi dell’art. 8, comma 2 del DPR n. 223/2010, è possibile presentare la domanda mediante raccomandata postale.

Le domande devono essere inoltrate in modo tale che pervengano effettivamente tra il 1° gennaio e il 31 Gennaio 2020 alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. (FC)

 

Vedi anche:

18/12/19 – Riunita la Commissione per le provvidenze editoria alle tv locali
11/12/19 – Convocata per il 18 dicembre la Commissione per le provvidenze editoria tv
7/12/19 – Si è riunita la Commissione per le provvidenze editoria radio
29/11/19 – Il 5 dicembre p.v. si riunisce la Commissione provvidenze editoria radio
27/11/19 – Aeranti-Corallo incontra il Sottosegretario con delega all’Editoria Andrea Martella

23/11/19 – L’attività del DIE nei confronti delle imprese radiofoniche e televisive locali
8/11/19 – Il Sottosegretario all’editoria Martella in Commissione Cultura alla Camera

4/11/19 – Mercoledì in Commissione Cultura alla Camera prosegue l’audizione del Sottosegretario con delega all’editoria Martella
3/11/19 – Inpgi: il Sottosegretario Martella valuta positivamente le norme sull’ampliamento della platea contributiva
20/10/19 – Il Sottosegretario Martella a Venezia annuncia l’ipotesi di una nuova legge di riforma per l’editoria
27/9/19 – Il sottosegretario Martella sul valore dell’informazione bene di tutti. Impegno ad aprire confronto con gli stakeholders