25/7/19 – Liberazione banda 700. Le fasi delle procedure per operatori di rete in ambito locale e Fsma

image_pdfimage_print

Con l’approvazione da parte del Ministero dello Sviluppo economico delle Linee guida definitive relative alle procedure di selezione per l’assegnazione dei diritti di uso di frequenze in ambito locale ad operatori di rete, nonché delle Linee guida definitive relative alla formazione delle graduatorie dei Fornitori di Servizi di Media Audiovisivi (Fsma) in ambito lcale, sono stati chiariti i criteri e le modalità per la partecipazione alle procedure per gli operatori di rete che devono destinare la propria capacità trasmissiva alla diffusione di contenuti televisivi locali e per i Fornitori di Servizi di Media audiovisivi in ambito locale previste, da ultimo, dalla legge di bilancio 2019.
In particolare, la procedura relativa agli operatori di rete in ambito locale, vedrà l’emanazione, da parte del MiSe, di 73 bandi di gara per l’assegnazione dei diritti di uso delle frequenze (per le diverse reti di primo e di secondo livello previste dal Pnaf di cui alla delibera Agcom n. 39/19/CONS), cui faranno seguito i bandi di gara per la selezione dei Fsma che potranno accedere, in ciascuna area tecnica, alla capacità trasmissiva delle suddette reti di primo e di secondo livello.
Il MiSe emanerà, inoltre, i bandi per la selezione dei Fornitori di Servizi di Media Audiovisivi per le diverse aree tecniche.

Le procedure di gara verranno raggruppate in tre fasi temporali, a distanza ravvicinata, secondo l’ordine cronologico già previsto dalla roadmap per il rilascio delle frequenze. E’ evidente, infatti, che, per garantire la continuità di servizio alle tv locali, sia necessario che quando avverranno i rilasci delle frequenze siano stati gia completate definitivamente tutte le procedure di selezione per il rilascio dei diritti di uso e per l’accesso alla capacità trasmissiva da parte dei Fsma.

Le linee guida non precisano quando verranno pubblicati i primi bandi, limitandosi a prevedere che le procedure vengano raggruppate in tre fasi temporali. E’, tuttavia presumibile che i primi bandi relativi agli operatori di rete in ambito locale vengano emanati a partire dal prossimo mese di settembre, in considerazione dell’elevato numero di bandi e dei tempi tecnici necessari allo svolgimento delle relative istruttorie.

In particolare, secondo l’ordine cronologico della c.d. “roadmap” (emanata con Decreto 19 giugno 2019 del Ministro dello Sviluppo economico), le tre fasi in cui si articoleranno i bandi per il rilascio dei diritti di uso delle nuove frequenze ai nuovi operatori di rete, dovrebbero essere quelle indicate in tabella.

A seguito della pubblicazione delle graduatorie relative alle procedure di selezione per i nuovi operatori di rete, il Ministero darà avvio, secondo lo stesso ordine cronologico, anche alle procedure per la formazione delle graduatorie di fornitori di servizi media audiovisivi in ambito locale.

(Nella foto: Marco Rossignoli e Luigi Bardelli)