A seguito di quesito di aer-anti-corallo, l’autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni chiarisce che e’ legittima, al di fuori delle campagne elettorali, la trasmissione di spot pubblicitari relativi a manifestazioni pubbliche di partiti politici

image_pdfimage_print

cs 07/2001

                                      COMUNICATO STAMPA
                     COORDINAMENTO AER – ANTI – CORALLO                     

 

 

Roma, 28 febbraio 2001

 

A SEGUITO DI QUESITO DI AER-ANTI-CORALLO, L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI CHIARISCE CHE E’ LEGITTIMA, AL DI FUORI DELLE CAMPAGNE ELETTORALI, LA TRASMISSIONE DI SPOT PUBBLICITARI RELATIVI A MANIFESTAZIONI PUBBLICHE DI PARTITI POLITICI.

 

Il Coordinamento AER-ANTI-CORALLO (la federazione che rappresenta n. 1141 imprese radiotelevisive locali di cui n. 342 imprese televisive locali e n. 799 imprese radiofoniche locali) nei giorni scorsi ha formulato un quesito alla Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni per conoscere l’orientamento della stessa circa la possibilità di trasmettere spot pubblicitari relativi a manifestazioni pubbliche di partiti politici (es. comizi, convegni).
Al riguardo il Prof. Enzo Cheli, presidente dell’Autorità ha inviato all’Avv. Marco Rossignoli, Coordinatore AER-ANTI-CORALLO la nota datata 22 febbraio 2001 del seguente letterale contenuto “La commissione per i servizi ed i prodotti di questa Autorità ha valutato, nella seduta di martedì 20 febbraio 2001, il quesito posto da AER-ANTI-CORALLO con nota del 5 febbraio 2001, prot. 699/RM/01, sulla applicabilità dell’articolo 3 della legge 22 febbraio 2000, n.28, a spot aventi per oggetto la pubblicazione di manifestazioni pubbliche (ad esempio comizi, convegni) di partiti politici. Al riguardo è da ritenersi che, al di fuori dei periodi di campagna elettorale, la trasmissione di tali spot non è ricompresa nei dettati della legge 28/00; essa pertanto va computata nei consueti calcoli di affollamento pubblicitario previsti dalla normativa vigente”.
Sul punto Rossignoli ha dichiarato: “Siamo soddisfatti della risposta dell’Autorità che chiarisce che è possibile, fuori dalle campagne elettorali, la trasmissione di spot relativi alle manifestazioni pubbliche dei partiti politici”.
“Ora – ha proseguito Rossignoli – attendiamo la decisione della Corte Costituzionale in ordine alla questione di legittimità costituzionale della normativa sulla par condicio sollevata dal TAR Lazio, a seguito del ricorso di AER-ANTI-CORALLO.”.

 Per informazioni 071/2074300 – 206980 –  2075048

 

 

                                            Il Coordinamento Aer-Anti-Corallo,
                                               aderente alla Confcommercio,
               rappresenta 1.141 imprese radiofoniche e televisive locali italiane