A seguito di un accordo tra le due società consortili interessate, la DGSCERP del MIMIT ha pubblicato il nuovo elenco degli ammessi alla procedura per l’assegnazione dei diritti di uso DAB+ per il bacino di utenza n. 08 – Emilia Romagna.

 

(27 dicembre 2023)   La DGSCERP del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, con provvedimento datato 22 dicembre 2023, ha approvato la nuova tabella contenente l’elenco delle tre manifestazioni di interesse delle società consortili ammesse alla procedura per l’assegnazione dei diritti d’uso per le reti pianificate sui bacini di utenza locale ad operatori di rete DAB+, ai sensi della delibera Agcom n. 286/22/CONS, relativamente al bacino di utenza n. 8 – Emilia Romagna.

L’approvazione di tale nuova tabella è conseguente al fatto che, originariamente, due delle tre società consortili interessate alla procedura avevano manifestato interesse per la stessa rete.

Successivamente, le due società consortili in questione hanno raggiunto un accordo, secondo le modalità previste dal bando del 5 giugno 2023, e, quindi, tutte le tre società consortili che hanno partecipato alla procedura hanno ora interesse all’assegnazione di una rete diversa.

In relazione a ciò la DGSCERP potrà procedere all’esame dei piani tecnici e quindi all’assegnazione dei diritti di uso nel bacino di utenza n. 8 – Emilia Romagna senza dover ricorrere al beauty contest. (AR)

 

Provvedimento DGSCERP del 22 dicembre 2023

Ministero delle Imprese e del Made in Italy
DIREZIONE GENERALE PER I SERVIZI DI COMUNICAZIONE ELETTRONICA,
DI RADIODIFFUSIONE E POSTALI – DIVISIONE III

VISTA la legge 6 agosto 1990, n. 223, recante “Disciplina del sistema radiotelevisivo
pubblico e privato”;
VISTO il decreto-legge 23 gennaio 2001, n. 5, recante “Disposizioni urgenti per lo sviluppo
equilibrato dell’emittenza televisiva e per evitare la costituzione o il mantenimento di
posizioni dominanti nel settore radiotelevisivo”, convertito, con modificazioni, dalla legge 20
marzo 2001, n. 66, e successive modificazioni e integrazioni;
VISTO il D.Lgs. 259/2003, come modificato dal D.Lgs. n. 207/2021 “Attuazione della
direttiva (UE) 2018/1972 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 11 dicembre 2018,
che istituisce il Codice europeo delle comunicazioni elettroniche (rifusione)” (di seguito
“Codice delle comunicazioni elettroniche”);
VISTA la legge 3 maggio 2004, n. 112, recante “Norme di principio in materia di assetto
radiotelevisivo e della RAI-Radiotelevisione italiana S.p.A., nonché delega al Governo per
l’emanazione del testo unico della radiotelevisione”;
VISTO il D.Lgs. n. 208/2021 “Attuazione della direttiva (UE) 2018/1808 del Parlamento
europeo e del Consiglio, del 14 novembre 2018, recante modifica della direttiva 2010/13/UE,
relativa al coordinamento di determinate disposizioni legislative, regolamentari e
amministrative degli Stati membri, concernente il testo unico per la fornitura di servizi di
media audiovisivi in considerazione dell’evoluzione delle realtà del mercato” (di seguito,
“TUSMA”);
VISTA la Delibera AGCOM n. 664/09 /CONS e ss.mm.ii., “Regolamento recante la nuova
disciplina della fase di avvio delle trasmissioni radiofoniche terrestri in tecnica digitale” (di
seguito, il “Regolamento”);
VISTA la Delibera dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (di seguito, “AGCOM”)
n. 286/22/CONS adottata in attuazione dell’art. 50 comma 8 del TUSMA, “Piano nazionale
provvisorio di assegnazione delle frequenze in banda VHF – III per il servizio di
radiodiffusione sonora in tecnica digitale DAB+(PNAF-DAB)” (di seguito, “PNAF-DAB”);
VISTO il documento “Procedure di selezione per l’assegnazione dei diritti d’uso per le reti
pianificate sui bacini di utenza locale ad operatori di rete – DAB + – Linee Guida”, pubblicato
sul sito istituzionale del Ministero delle Imprese e del Made in Italy;
VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 149 del 29 luglio 2021, recante
Regolamento di riorganizzazione del Ministero dello sviluppo economico, pubblicato in G.U.
n. 260 del 30 ottobre 2021, che acquista efficacia a seguito dell’entrata in vigore del decreto
del Presidente del Consiglio dei ministri di cui all’art.3, comma 4, del decreto-legge 1° marzo
2021, n.22 convertito, con modificazioni, dalla legge 22 aprile 2021, n.55;
VISTO il Decreto ministeriale 19 novembre 2021 – Individuazione degli uffici dirigenziali di
livello non generale del Ministero dello sviluppo economico, registrato dalla Corte dei conti
in data 29 dicembre 2021 al n. 1097 (GU Serie Generale n. 39 del 16-02-2022);
VISTO il Decreto ministeriale del 25 gennaio 2022 di graduazione degli uffici di livello
dirigenziale non generale del Ministero, registrato dall’Ufficio Centrale di Bilancio il 1°
febbraio 2022, al n. 59;
VISTO il Provvedimento del 23 marzo 2022, registrato dalla Corte dei Conti in data 20 aprile
2022 n. 325, con il quale al Dott. Giovanni Gagliano è stato conferito l’incarico dirigenziale
non generale di direzione della Divisione III – Radiodiffusione televisiva e sonora Diritti d’uso
della Direzione Generale per i Servizi di Comunicazione Elettronica, di Radiodiffusione e
Postali del Ministero dello Sviluppo Economico;
VISTO il decreto legge 11 novembre 2022 n. 173 recante “Disposizioni urgenti in materia di
riordino delle attribuzioni dei Ministeri” pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana n. 264 del 11 novembre 2022;
VISTI l’Avviso di gara pubblicato in data 5 giugno 2023 sulla Gazzetta Ufficiale n. 129 e il
bando pubblicato in pari data sul sito del Ministero, relativo alla manifestazione di interesse
per l’assegnazione dei diritti d’uso per le reti pianificate sui bacini di utenza locale ad
operatori di rete – DAB + ai sensi della delibera AGCOM 286/22/CONS – per il bacino
d’utenza n. 8 (Emilia Romagna);
CONSIDERATO che ai sensi dell’art. 4, comma 3 del bando di gara l’elenco delle
manifestazioni d’interesse pervenute, unitamente all’eventuale notizia dell’aggiudicazione di
del diritto d’uso, deve essere reso pubblico sul sito del Ministero;
VISTI gli esiti dell’istruttoria condotta dal gruppo di lavoro nominato in data 19.09.2023, al
fine di espletare le procedure di verifica dell’ammissibilità delle domande pervenute e dei
relativi conseguenti atti, dai quali è emerso che tutte le 3 domande presentate sono state
ammesse alla procedura,

Tutto ciò visto e considerato, si
DETERMINA
quanto segue:
ARTICOLO 1
La allegata tabella, parte integrante della presente determina, contenente le manifestazioni
di interesse delle società consortili ammesse alla procedura per l’assegnazione dei diritti
d’uso per le reti pianificate sui bacini di utenza locale ad operatori di rete – DAB+, ai sensi
della delibera AGCOM 286/22/CONS per il bacino d’utenza n.8 – Emilia Romagna, è
approvata.
***
La presente determina viene pubblicata, ai sensi dell’art. 4, comma 3 del bando di gara, sul
sito del Ministero delle Imprese e del Made in Italy all’interno dell’Area tematica
Comunicazioni.
Avverso la presente determina è ammesso ricorso in sede giurisdizionale al Tribunale
amministrativo regionale del Lazio o ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nei
termini di Legge.

Il Responsabile del procedimento
Dott. Giovanni Gagliano

 

Nuova tabella

ALLEGATO DETERMINA DIRIGENZIALE 22 DICEMBRE 2023

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L’ASSEGNAZIONE DEI DIRITTI D’USO PER LE RETI PIANIFICATE SUI BACINI DI UTENZA LOCALE AD OPERATORI DI RETE – DAB+ AI SENSI DELLA DELIBERA AGCOM 286/22/CONS BACINO D’UTENZA N. 8 – EMILIA ROMAGNA

SOCIETA’ CONSORTILI AMMESSE ALLA PROCEDURA DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE   

# PARTECIPANTE N. Rete per la quale è stato manifestato  interesse prioritarioIn fase di verifica per aggiudicazione
1 CR DAB SCARL1SI
2 EMILIA ROMAGNA
DAB SCARL
2SI
3 RADIO DIGITALE
EMILIA ROMAGNA SCARL
3SI

Vedi anche:

Radiofonia digitale dab+. L’Agcom modifica il Regolamento relativamente all’obbligo di must carry nel mux dab della Rai

Elenchi delle manifestazioni di interesse delle società consortili ammesse alla procedura per l’assegnazione dei diritti d’uso delle frequenze per il servizio di radiodiffusione sonora terrestre in tecnica digitale di cui al Pnaf-Dab relativamente ai bacini di utenza n. 8 (Emilia Romagna); n. 11 (Marche); n. 20 (Sardegna) – pubblicati in data 9 novembre 2023

Radio dab: il Mimit ha pubblicato gli elenchi delle manifestazioni di interesse per i bacini di utenza 08 Emilia Romagna, 11 Marche e 20 Sardegna