Aer-anti-corallo: l’authority deve intervenire per far rispettare la norma della l. 78/99 sul decoder unico

image_pdfimage_print

cs 66/2000

                                     COMUNICATO STAMPA

                    COORDINAMENTO AER – ANTI – CORALLO                    

Roma, 7 agosto 2000

 

Aer-Anti-Corallo: l’Authority deve intervenire per far rispettare la norma della L. 78/99 sul decoder unico.

In relazione alla questione dell’adozione del decoder unico previsto dalla Legge 78/99 per la ricezione delle trasmissioni digitali satellitari, l’avv. Marco Rossignoli, coordinatore Aer-Anti-Corallo (la federazione che rappresenta 1.283 imprese radiotelevisive locali su 1.750 attualmente operanti) ha dichiarato: “E’ assolutamente indispensabile che l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni intervenga per garantire l’applicazione della legge: il decoder unico, la cui adozione era tassativamente prevista per il 1° luglio 2000, deve essere immediatamente adottato da Stream e Telepiù”.
“Questo – ha proseguito Rossignoli – è necessario per permettere a tutti i soggetti interessati alle trasmissioni digitali satellitari di avere pari opportunità di ricezione da parte dell’utenza. Chiediamo anche che l’Autorità assuma tutte le opportune iniziative, anche di carattere sanzionatorio, previste dalla normativa”.

 

Per informazioni: 0348.44.54.981

 

 

                                                  Il Coordinamento Aer-Anti-Corallo,

                                                     aderente alla Confcommercio,

                       rappresenta 1.283 imprese radiofoniche e televisive locali italiane