Aer News – anno I – numero 12 – 30 novembre 1996

image_pdfimage_print

pdfScarica il testo in formato PDF

SOMMARIO:


 

INCREDIBILE!:IL SENATO APPROVA LA PROROGA DELLE CONCESSIONI MA NON ESAMINA IL DL 544/96 CONTENENTE PROVVEDIMENTI URGENTI PER L’EMITTENZA.

I provvedimenti urgenti per l’emittenza di cui al DL 544/96 decadono il 22/12 (senza possibilità di ulteriore reiterazione da parte del Governo, stante la nota recente sentenza della Corte Costituzionale) e il Senato non ha esaminato il relativo Disegno di Legge di conversione nella seduta del 28/11 nella quale ha invece approvato il DL 545/96 contenente la proroga della durata delle concessioni. Peraltro anche l’ipotesi che si era profilata negli ultimi giorni di inserire un maxi-emandamento nel citato DL 545/96 (che riproducesse tutti i provvedimenti urgenti contenuti nel DL 544/96 e eventualmente alcune proposte di integrazione degli stessi) è stata disattesa. La delusione nei confronti dei partiti della maggioranza che sostiene il Governo è enorme. Infatti non solo il Senato non ha approvato tutti i provvedimenti invocati dall’emittenza locale a integrazione di quelli già contenuti nel DL 544/96 (si veda AER NEWS n. 11 del 23/11/96), bensì decadranno anche questi ultimi provvedimenti (recepiti per la prima volta nel DL 80/96 del febbraio di quest’anno), ottenuti dopo mesi di pressanti richieste degli editori radiotelevisivi (ricordiamo il Convegno AER del 9/5/95 a Roma, presso la Residenza di Ripetta, la lettera aperta dell’AER all’allora Ministro P.T. Prof. Gambino diffuso dalle emittenti locali e pubblicata su organi di stampa, le oltre centoventi interrogazioni parlamentari che recepivano le richieste dell’AER). Infatti l’eventuale mancata approvazione di tali provvedimenti comporterebbe (stante la circostanza che i decreti leggi non convertiti, ai sensi dell’art. 77 della Costituzione, perdono efficacia sin dall’inizio e quindi si intendono come mai emanati):

– la perdita di efficacia di tutte le autorizzazioni provvisorie rilasciate dagli uffici periferici del Ministero P.T. per la sperimentazione di modifiche tecniche richieste dalle emittenti;

– la nullità di tutte le compravendite di impianti o rami di azienda operate dal febbraio di quest’anno;

– la nullità delle cessioni delle imprese individuali a società di capitali o cooperative;

– il ripristino della originaria quota di informazione locale che le emittenti devono effettuare (oggi dimezzata) con rilevanti ripercussioni sull’organizzazione dell’attività redazionale delle emittenti;

– la decadenza delle nuove norme in materia di pubblicità delle Amministrazioni Statali e degli Enti Pubblici riservata all’emittenza locale;

– l’impossibilità per le imprese radiofoniche locali di effettuare radiovendite e radiopromozioni.

Tutto ciò porterebbe il settore radiotelevisivo locale al caos totale, proprio mentre diversamente da mesi si dibatte sull’esigenza, condivisa da tutti, di introdurre norme che permettano di proseguire il processo di razionalizzazione quantitativa del comparto.

Auspichiamo che il Governo e il Parlamento vogliano ora intervenire per trovare una soluzione che permetta di evitare la dispersione dei provvedimenti urgenti già contenuti nel DL 544/96 e l’adozione anche di tutte le altre misure urgenti invocate dagli editori.

Le strade percorribili sono due:

– l’immediata approvazione anche del DL 544/96 da parte del Senato e la conseguente rimessione alla Camera per l’approvazione definitiva entro il 22/12;

– l’introduzione da parte della Camera di un maxi-emendamento al DL 545/96 (già approvato dal Senato) contenente i provvedimenti urgenti di cui al DL 544/96 e le integrazioni richieste dall’AER con conseguente nuova rimessione del DL al Senato per l’approvazione definitiva entro il 22/12.

L’AER sta frattanto valutando una serie di iniziative di protesta contro una situazione che non è più tollerabile dagli Editori.

 

 

AER E ITELCO PROMUOVONO LO SVILUPPO DI DAB E DVB

MARTEDI’ 17 DICEMBRE 1996 ALLE ORE 10,00 PRESSO L’HOTEL BERNINI BRISTOL PIAZZA BARBERINI N. 23 – ROMA

SI SVOLGERA’ IL CONVEGNO NAZIONALE

LA TECNOLOGIA DAB E DVB NELLA RIFORMA DEL SISTEMA RADIOTELEVISIVO