Aeranti-Corallo e Associazione Radio Frt di Confindustria Radio Tv hanno siglato con Scf una integrazione della convenzione per le imprese radiofoniche locali ai fini dei diritti connessi relativi all’attività di radiovisione

image_pdfimage_print

(6 luglio 2020)   Aeranti-Corallo e Associazione Radio Frt di Confindustria Radio Tv hanno sottoscritto con la SCF una integrazione della Convenzione per i diritti connessi per la radiofonia locale relativi all’attività di “Radiovisione”.

In particolare, l’accordo sottoscritto disciplina le modalità di calcolo dei compensi dovuti dalle imprese radiofoniche locali a fronte della concessione in licenza di alcuni diritti di utilizzazione dei fonogrammi e video musicali ai fini della relativa diffusione televisiva qualora quest’ultima avvenga simultaneamente alla diffusione radiofonica (c.d. “Radiovisione”).

A margine della firma, il Presidente di SCF dott. Enzo Mazza, ha commentato: “In un’epoca segnata dalla crisi pandemica, l’accordo tra SCF e le associazioni Aeranti-Corallo e Associazione Radio Frt offre un importante segnale di crescita dei consumi musicali, non soltanto in ambito digitale ma anche radiovisivo, che gioca un ruolo centrale nel rapporto tra le case discografiche e le imprese radiofoniche locali, uno dei touchpoint più importanti tra la musica e le nuove generazioni di fan”.

Il Coordinatore Aeranti-Corallo avv. Marco Rossignoli e il Presidente dell’Associazione Radio Frt di Confindustria Radio Tv, avv. Marco Montrone, hanno dichiarato: “Esprimiamo la nostra soddisfazione per l’accordo raggiunto con SCF per i diritti connessi relativi all’attività di Radiovisione, che ha consentito di raggiungere il massimo equilibrio fra i diversi interessi delle parti nel contesto della nuova normativa in materia di diritti connessi.”

(Nella foto, a sinistra Enzo Mazza, presidente SCF; a destra Marco Rossignoli, coordinatore Aeranti-Corallo)

 

Vedi anche:

Aeranti-Corallo e Associazione Tv Locali di Confindustria Radio Tv siglano il rinnovo dell’accordo con la Scf per le imprese televisive locali. La nuova convenzione scadrà il 31 dicembre 2022