Aeranti-Corallo e Associazione Tv Locali FRT commentano la proposta del Prof. Sassano

image_pdfimage_print

Cs  11/2011 del 28 giugno 2011


logo2_Aeranti-Corallo       

COMUNICATO STAMPA

La proposta del professor Antonio Sassano, riportata dal corriere economia nell’edizione di lunedì scorso, trova la piena condivisione dell’Associazione Tv Locali della FRT e della AERANTI-CORALLO.
In merito all’assegnazione delle frequenze per i servizi in banda larga, con la necessaria liberazione di nove frequenze sul territorio nazionale, le TV Locali Frt e Aeranti-Corallo  infatti hanno sempre sostenuto che è necessario procedere con una ripartizione equa tra tv nazionali e tv locali.
Non è accettabile chiedere solo alle tv locali di rinunciare, in cambio di un indennizzo pressoché inesistente, alle frequenze in uso da anni per assegnarne nel contempo con procedura Beauty Contest, quindi a titolo gratuito, 6 alle tv nazionali.
Le frequenze da riservare alla banda larga dovrebbero essere rese disponibili sottraendone per 2/3 alle tv nazionali e per 1/3 alle tv locali, così come previsto dalla normativa.
La soluzione Sassano è ragionevole e piena di buon senso e permetterebbe al Governo di incassare con certezza i 2,4 miliardi di euro previsti dalla legge di stabilità 2011.
Appaiono invece inaccettabili le nuove norme che il Governo intenderebbe introdurre nella manovra finanziaria che dovrebbe essere approvata nei prossimi giorni.

Roma, 28 giugno 2011