Aeranti-corallo esprime soddisfazione per il testo del codice di autoregolamentazione relativo alla par condicio per le trasmissioni delle emittenti radiofoniche e televisive locali, deliberato dall’autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni, che verra’ sottoscritto domani, 8 aprile, da aeranti-corallo e dalle altre associazioni di categoria e quindi emanato con decreto del ministro delle comunicazioni. le nuove norme saranno gia’ applicabili nella campagna elettorale per le consultazioni del 12 e 13 giugno

image_pdfimage_print

Cs 11/2004

 

                                                       COMUNICATO STAMPA

                                                        AERANTI – CORALLO

                       Le imprese radiotelevisive locali, satellitari, via Internet                       


Roma, lì 7/4/2004

 

AERANTI-CORALLO ESPRIME SODDISFAZIONE PER IL TESTO DEL CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE RELATIVO ALLA PAR CONDICIO PER LE TRASMISSIONI DELLE EMITTENTI RADIOFONICHE E TELEVISIVE LOCALI, DELIBERATO DALL’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI, CHE VERRA’ SOTTOSCRITTO DOMANI, 8 APRILE, DA AERANTI-CORALLO E DALLE ALTRE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA E QUINDI EMANATO CON DECRETO DEL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI.
LE NUOVE NORME SARANNO GIA’ APPLICABILI NELLA CAMPAGNA ELETTORALE PER LE CONSULTAZIONI DEL 12 E 13 GIUGNO

Con riferimento al codice di autoregolamentazione relativo alla par condicio per le trasmissioni delle emittenti locali previsto dalla legge 313 del 2003, deliberato il 30 marzo dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, che, come previsto dalla normativa, verrà sottoscritto domani, 8 aprile, da AERANTI-CORALLO e dalle altre associazioni di categoria e quindi emanato con decreto del Ministro delle Comunicazioni on. Maurizio Gasparri, l’avv. Marco Rossignoli, coordinatore AERANTI-CORALLO (che rappresenta 1.039 imprese del settore radiotelevisivo) ha dichiarato: “Il testo definitivo del codice, che conferma l’impostazione dello schema redatto il 20 novembre 2003 da AERANTI-CORALLO e dalle altre associazioni di categoria, è pienamente condivisibile. Con l’entrata in vigore di tale codice, cesserà l’applicazione per le emittenti locali delle norme contenute nella legge 28/2000 (normativa sulla par condicio) che aveva, di fatto, azzerato l’informazione e la comunicazione politica nei periodi elettorali da parte delle emittenti locali, in quanto sottoponeva le stesse a una serie di onerosi e complessi obblighi.”

Rossignoli ha quindi evidenziato: “Le nuove norme saranno già applicabili in occasione della campagna elettorale per le consultazioni europee e amministrative del 12 e 13 giugno. La nuova normativa, fortemente sollecitata da AERANTI-CORALLO, consentirà alle emittenti locali di svolgere pienamente l’attività informativa anche durante i periodi elettorali, permettendo alle emittenti stesse la libertà di commento e di critica che, in chiara distinzione tra informazione e opinione, salvaguardi comunque il rispetto delle persone.”

“Inoltre, – ha concluso Rossignoli – le emittenti locali potranno trasmettere messaggi politici autogestiti a pagamento senza limitazioni quantitative. In tale modo i cittadini potranno conoscere, attraverso le emittenti locali, i diversi orientamenti e programmi elettorali.”

Il testo del codice di autoregolamentazione nonché il testo della legge 313/2003 e il testo della legge 28/2000, coordinato con le modifiche introdotte dalla legge 313/2003, sono pubblicati nel sito Internet www.aeranticorallo.it, sezione “In primo piano”, sottosezione “Normativa sulla par condicio per l’emittenza locale.

Per informazioni: 348 4454981

 

 

                                                AERANTI-CORALLO,

                                     aderente alla Confcommercio,

                rappresenta 1.039 imprese del settore radiotelevisivo