Aeranti-Corallo: forte preoccupazione del settore televisivo locale per la possibile imminente pubblicazione dei bandi Fsma senza aver dato preventivamente soluzione a tutte le criticità del processo di transizione al digitale di seconda generazione

image_print

Cs del 12 luglio 2021

AERANTI-CORALLO: FORTE PREOCCUPAZIONE DEL SETTORE TELEVISIVO LOCALE PER LA POSSIBILE IMMINENTE PUBBLICAZIONE DEI BANDI FSMA SENZA AVER DATO PREVENTIVAMENTE SOLUZIONE A TUTTE LE CRITICITA’ DEL PROCESSO DI TRANSIZIONE AL DIGITALE DI SECONDA GENERAZIONE

■ AERANTI-CORALLO sta sollecitando da settimane la ridefinizione della roadmap della transizione televisiva digitale terrestre proponendo di prevedere un passaggio alla tecnologia Dvbt-2/HEVC (senza alcun passaggio intermedio all’Mpeg-4) simultaneo sull’intero territorio nazionale dell’emittenza locale e di quella nazionale, tra aprile e giugno 2022 o addirittura tra settembre e dicembre 2022, se ne emergesse in sede europea la fattibilità.
Tale soluzione consentirebbe, a parere di AERANTI-CORALLO, di realizzare uno switch off unico e, pertanto, l’utenza sarebbe incentivata all’acquisto di nuovi televisori e decoder idonei alla ricezione Dvbt-2/HEVC, al fine di continuare a ricevere l’intera offerta televisiva terrestre.
In questo contesto AERANTI-CORALLO prende inaspettatamente atto di notizie di stampa secondo le quali sarebbe imminente la pubblicazione dei bandi per la selezione dei FSMA locali; inoltre, lo switch-off del nord Italia subirebbe solo un breve differimento.
Al riguardo, l’avv. Marco Rossignoli, coordinatore AERANTI-CORALLO ha dichiarato: “Se tali notizie fossero confermate, il sostanziale mantenimento della attuale roadmap senza aver dato preventivamente soluzione a tutte le criticità del processo di transizione, rischierebbe di avere un impatto fortemente negativo sul comparto televisivo locale.” Inoltre, ha proseguito Rossignoli: “La pubblicazione dei bandi nei prossimi giorni, determinerebbe un termine di presentazione delle relative domande nel mese di agosto, con conseguenti difficoltà organizzative per le imprese interessate e con rischio di esclusione dalla procedura di molte delle stesse, per mancata presentazione di documenti difficilmente ottenibili in pochi giorni a ferragosto.”
“AERANTI-CORALLO auspica pertanto – ha concluso Rossignoli – che il Ministero dello Sviluppo Economico riesamini l’intera problematica, accogliendo la propria proposta di ridefinizione della roadmap”.

 

PER INFORMAZIONI:
348 4454981 FABIO CARERA
Per seguire l’attività di AERANTI-CORALLO è possibile consultare il sito internet “www.aeranticorallo.it”,
il canale Twitter “@aeranticorallo” e la pagina
facebook “www.facebook.com/aeranti.corallo”