Aeranti-corallo: il 25 settembre convegno nazionale a roma sulla riforma del sistema radiotelevisivo

image_pdfimage_print

cs 57/2002

                                           COMUNICATO STAMPA

                                             AERANTI – CORALLO

                           Le imprese radiotelevisive locali italiane                           

Roma, lì 28/08/2002

 

AERANTI-CORALLO: IL 25 SETTEMBRE CONVEGNO NAZIONALE A ROMA SULLA RIFORMA DEL SISTEMA RADIOTELEVISIVO

 

AERANTI-CORALLO organizza mercoledì 25 settembre 2002 alle ore 10,00 a Roma, presso la sede nazionale Confcommercio, cui AERANTI-CORALLO aderisce, il Convegno Nazionale:

“RIFORMA DEL SETTORE RADIOTELEVISIVO: L’EMITTENZA LOCALE DEVE ESSERNE PROTAGONISTA”.

Parteciperanno rappresentanti  del Governo e delle Istituzioni, Parlamentari  e esponenti delle varie forze politiche.

Ha già confermato la propria partecipazione il Ministro delle Comunicazioni On. Maurizio Gasparri.

L’Avv. Marco Rossignoli, Coordinatore di AERANTI-CORALLO ha evidenziato che il Convegno è stato organizzato per  chiedere che l’emittenza locale venga disciplinata in modo organico nell’ambito della nuova legge di sistema e non attraverso una regolamentazione differenziata come taluni vorrebbero.

Rossignoli ha inoltre affermato di condividere a pieno le scelte del Ministro Gasparri che ha varato una serie di provvedimenti di forte valorizzazione delle imprese radiotelevisive locali, evidenziando pertanto che AERANTI-CORALLO auspica che tale posizione trovi ulteriore riscontro nell’ambito del Disegno di Legge di riforma.

Rossignoli ha quindi affermato di non condividere il progetto di legge  degli On. Butti, Caparini e Gianni che disciplina l’emittenza  locale in modo separato dal contesto del settore,  relegandola quindi ad un  ruolo assolutamente marginale.

Per informazioni: 348 4454981

 

                                                              AERANTI-CORALLO,

                                                   aderente alla Confcommercio,

                   rappresenta 1.046 imprese radiofoniche e televisive locali italiane