Aeranti-Corallo incontra la Sottosegretaria allo Sviluppo economico on. Anna Ascani

image_print

(30 giugno 2021)    Una delegazione di Aeranti-Corallo, costituita da Marco Rossignoli, Luigi Bardelli, Fabrizio Berrini, Alessia Caricato e Fabio Carera, ha incontrato oggi, in videoconferenza, la Sottosegretaria allo Sviluppo economico on. Anna Ascani, affiancata dal Capo della segreteria, Marco Bani, e dalla componente del suo staff Elena Mammi.

Nel corso dell’incontro, Aeranti-Corallo ha rappresentato alla Sottosegretaria le principali e più urgenti problematiche di interesse del settore televisivo e radiofonico locale.

Con riferimento al settore televisivo locale, Aeranti-Corallo ha sollecitato, tra l’altro, la ridefinizione della roadmap della transizione, proponendo di prevedere un passaggio alla tecnologia Dvbt-2/HEVC (senza alcun passaggio intermedio all’Mpeg-4) simultaneo sull’intero territorio nazionale dell’emittenza locale e di quella nazionale, tra aprile e giugno 2022 o addirittura tra settembre e dicembre 2022, se ne emergesse in sede europea la fattibilità. Tale soluzione consentirebbe, a parere di Aeranti-Corallo, di realizzare uno switch off unico e, pertanto, l’utenza sarebbe incentivata all’acquisto di nuovi televisori e decoder idonei alla ricezione Dvbt-2/HEVC, al fine di continuare a ricevere l’intera offerta televisiva terrestre.

Riguardo alla radiofonia locale, Aeranti-Corallo ha evidenziato alla Sottosegretaria che, a seguito della transizione al digitale televisivo di seconda generazione, la banda III verrà destinata prevalentemente alla radiofonia digitale Dab+. Ad oggi le società consortili delle radio nazionali stanno già operando in Dab+, mentre quelle delle radio locali possono trasmettere con tale tecnologia solo in alcune regioni. Pertanto, in attesa della nuova pianificazione delle frequenze da parte dell’Agcom, Aeranti-Corallo ha sottolineato l’importanza che il Ministero rilasci a società consortili delle radio locali autorizzazioni sperimentali, su base non interferenziale, in tutte le aree del Paese.  (FC)

Vedi anche

Riassetto tv: necessario switch off unico al 2022 per tv nazionali e locali in Dvbt-2/Hevc

Passaggio al Dvbt-2/HEVC per le tv locali: interrogazione parlamentare al Ministro dello Sviluppo economico

Occorre un passaggio diretto al Dvbt-2 Hevc, simultaneamente per tv locali e nazionali, tra aprile e giugno 2022

Aeranti-Corallo ritiene che occorra una ridefinizione delle tempistiche previste dalla roadmap per il passaggio al Dvbt-2 da parte delle tv locali

Tv locali. Ragionevole prevedere il passaggio al Dvbt-2 HEVC sull’intero territorio nazionale a giugno 2022

Tempi strettissimi per il rispetto della road map della transizione al digitale televisivo di seconda generazione. Occorre garantire un passaggio non penalizzante per le tv locali

Bandi operatori di rete tv locali, nuove risposte alle FAQ da parte del Ministero

Bandi operatori di rete tv locali, la Dgscerp prosegue nella pubblicazione delle FAQ

Ulteriori risposte della Dgscerp a richieste di chiarimenti per i bandi operatori di rete tv locali

La Dgscerp del MiSe ha pubblicato le prime risposte ad alcune delle richieste di chiarimenti per i bandi operatori di rete tv locali

La Dgscerp del MiSe ha revocato i tre bandi per i nuovi diritti d’uso di frequenze tv a operatori di rete locali nella sub area tecnica 4-b (prov. di Bolzano). Successivamente, ha emanato un nuovo bando per una sola frequenza