Aeranti-corallo sullo sciopero fnsi

image_pdfimage_print


Cs 29/2005

                                            COMUNICATO STAMPA

                                              AERANTI – CORALLO

              Le imprese radiotelevisive locali, satellitari, via Internet               

Roma, lì 10 novembre 2005

AERANTI-CORALLO SULLO SCIOPERO FNSI

 

Con riferimento alle giornate di sciopero proclamato dalla Fnsi nelle imprese radiotelevisive locali, sul presupposto che le emittenti locali si ostinerebbero a respingere le richieste del sindacato finalizzate a uniformare il regime dell’orario di lavoro delle emittenti radiofoniche e televisive locali a quello della carta stampata, l’avv. Marco Rossignoli, coordinatore AERANTI-CORALLO ha dichiarato:

“La Fnsi ha scelto la strada dello scontro sindacale anziché confrontarsi costruttivamente per individuare modalità di ottimizzazione del contratto collettivo. AERANTI-CORALLO pertanto – ha proseguito Rossignoli – rinnova l’invito alla Fnsi per una ripresa immediata della trattative, ipotizzando una proroga dell’attuale contratto collettivo sino al 31 dicembre 2007, con la contestuale costituzione di una commissione paritetica per l’approfondimento delle problematiche interpretative e applicative del Ccnl, finalizzato alla individuazione di soluzioni pienamente condivise dalle imprese e dai giornalisti, sul presupposto che le esigenze lavorative delle imprese radiotelevisive sono completamente diverse da quelle della carta stampata.”

“La scarsa partecipazione allo sciopero nelle emittenti locali – ha aggiunto Rossignoli – è sintomatica di una scarsa conflittualità e, quindi, della concreta possibilità di giungere a un accordo condiviso.

In ogni caso – ha concluso Rossignoli – in mancanza di un accordo di rinnovo, le imprese AERANTI-CORALLO continueranno ad applicare l’attuale contratto 3 ottobre 2000 senza alcuna modifica, aggiornato economicamente come previsto dall’accordo sindacale 15 febbraio 2005.”

 

Per informazioni: 348 4454981

 

                                                   AERANTI-CORALLO,

                                          aderente alla Confcommercio,

             rappresenta 1.058 imprese radiofoniche e televisive italiane