Avviso 28 dicembre 2021 dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni relativo al Processo di refarming della banda 700 MHz – Aggiornamento del Catasto Nazionale delle Frequenze e del Registro degli Operatori di Comunicazione

image_print
AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI
Direzione studi, ricerche e statistiche
Ufficio banche dati e broadband map

AVVISO 28 DICEMBRE 2021


Processo di refarming della banda 700 MHz
Aggiornamento del Catasto Nazionale delle Frequenze e del Registro
degli Operatori di Comunicazione.

(pubblicata  nel sito web dell’Agcom in data 28 dicembre 2021)

A seguito delle operazioni di spegnimento degli impianti di radiodiffusione televisiva operanti nella banda 700 MHz avviate dal Ministero dello Sviluppo Economico il 15 novembre 2021 e della contestuale attivazione delle frequenze previste dal Piano nazionale di assegnazione delle frequenze per il servizio televisivo (PNAF) di cui alla delibera n. 39/19/CONS e s.m.i., gli operatori assegnatari di nuovi diritti d’uso dovranno procedere, entro i trenta giorni previsti dall’art. 21 dell’allegato A alla delibera n. 666/08/CONS e s.m.i., all’aggiornamento dei dati tecnici dei loro impianti sulla base dei nuovi diritti d’uso ricevuti, accedendo al portale www.impresainungiorno.gov.it sul quale sono disponibili i servizi telematici di gestione del Catasto Nazionale delle
Frequenze (CNF), mediante l’utilizzo della Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o dello SPID del legale rappresentante.

Gli operatori non più titolari di diritti d’uso dovranno invece comunicare al Catasto, entro 30 giorni dal provvedimento di revoca disposto dal Ministero dello Sviluppo Economico,
la definitiva cessazione dei propri impianti, con l’avvertenza che in difetto l’Autorità procederà alla cessazione d’ufficio degli stessi.

Si fa presente che gli operatori assegnatari di nuovi diritti d’uso, non iscritti al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC), sono tenuti ad inviare la domanda di iscrizione ai sensi dell’art. 5 dell’allegato A alla delibera n. 666/08/CONS e s.m.i. accedendo al portale www.impresainungiorno.gov.it sul quale sono disponibili i servizi telematici di gestione del ROC, mediante l’utilizzo della Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o dello SPID del legale rappresentante.

Gli operatori assegnatari di nuovi diritti d’uso e gli operatori non più titolari di diritti d’uso, già iscritti al ROC, sono tenuti ad aggiornare la propria posizione al Registro ai sensi dell’art. 10 dell’allegato A alla delibera n. 666/08/CONS e s.m.i. (comunicazione di variazione telematica) ovvero, nel caso di cessazione di ogni attività rilevante ai fini dell’iscrizione, ad inviare la domanda di cancellazione ai sensi dell’art. 12 del suindicato allegato A.

28 dicembre 2021

 

Il Direttore
Mario Staderini