Circolare della Direzione Generale Concessioni e Autorizzazioni del Ministero delle Comunicazioni 12 marzo 1998 “Bande di frequenza da destinare al sistema numerico di comunicazioni mobili DCS 1800”

image_print

12 marzo 1998

OGGETTO: BANDE DI FREQUENZA DA DESTINARE AL SISTEMA NUMERICO DI COMUNICAZIONI MOBILI DCS 1800.

 

Con D.M. di prossima emanazione verranno apportate alcune modifiche al P.N.R.F. e verranno designate, tra l’altro, le bande di frequenza 1740 + 1785 MHz e 1835 + 1880 MHz atte a consentire l’introduzione del sistema numerico di comunicazioni mobili DCS 1800.

L’utilizzazione di queste bande avverrà in maniera parziale ed in tempi diversi a seconda delle zone che dovranno essere servite dal sistema di cui all’oggetto.

Le prime utilizzazioni riguarderanno le porzioni di banda 1755 + 1760 MHz, 1765 + 1770 MHz, 1775 + 1785 e le corrispondenti 1850 + 1855 MHz, 1860 + 1865 MHz, 1870 + 1880 MHz ed interesseranno le città di Roma, Milano, Torino, Genova, Bologna, Firenze, Napoli e Palermo. Successivamente, nelle stesse città verranno utilizzate le bande 1755 + 1785 MHz e 1850 + 1880 MHz.

Nel prossimo anno verrà estesa l’utilizzazione delle suddette bande anche ai capoluoghi di regione per poi passare a tutto il territorio nazionale.

Poiché nelle sopracitate bande risultano tuttora in esercizio collegamenti in ponte radio utilizzati da emittenti RTV, si ritiene opportuno che codesti Ispettorati provvedano a rendere fin da ora disponibili tali bande adottando i necessari provvedimenti.

La riallocazione delle frequenze dei collegamenti in ponte radio delle emittenti potrà avvenire nelle bande di frequenza e con le relative modalità più volte rammentate da questa Direzione.

Con l’occasione, al fine di ottimizzare l’uso dello spettro radioelettrico, si dispone la cessazione delle utilizzazioni di ponti radio per segnali televisivi nella banda di guardia della gamma 2300 + 2440 MHz ( già attribuita ai ponti radio per segnali radiofonici) e la riallocazione delle relative frequenze nelle bande già in precedenza comunicate (circolare DGSR/4/5N/52636 del 14.12.93 e successive integrazioni).

 

IL DIRETTORE GENERALE