Contratto di lavoro aeranti-corallo/fnsi per il lavoro giornalistico nell’emittenza locale, syndications e agenzie di informazione del settore: firmata oggi a roma la proroga biennale. soddisfazione di aeranti-corallo. esteso l’ambito di applicazione del ccnl alle nuove tecnologie (satellite, digitale e online)

image_pdfimage_print

Cs 31/2005

 

                                                    COMUNICATO STAMPA

                                                      AERANTI – CORALLO

                 Le imprese radiotelevisive locali, satellitari, via Internet                     


Roma, lì 19 dicembre 2005

 

CONTRATTO DI LAVORO AERANTI-CORALLO/FNSI PER IL LAVORO GIORNALISTICO NELL’EMITTENZA LOCALE, SYNDICATIONS E AGENZIE DI INFORMAZIONE DEL SETTORE: FIRMATA OGGI A ROMA LA PROROGA BIENNALE. SODDISFAZIONE DI AERANTI-CORALLO. ESTESO L’AMBITO DI APPLICAZIONE DEL CCNL ALLE NUOVE TECNOLOGIE (SATELLITE, DIGITALE E ONLINE)


Le delegazioni di AERANTI-CORALLO e della Fnsi hanno sottoscritto oggi, a Roma, la proroga sino al 31 dicembre 2007 dell’attuale contratto collettivo nazionale di lavoro. Presenti, tra gli altri, alla firma Marco Rossignoli, coordinatore AERANTI-CORALLO e presidente AERANTI, Luigi Bardelli, presidente CORALLO, Paolo Serventi Longhi, segretario generale Fnsi e Marco Gardenghi, responsabile della Commissione contratto della Fnsi. Le parti hanno concordato l’estensione dello stesso Ccnl – che sino a oggi regolamentava il lavoro giornalistico nelle imprese radiofoniche e televisive locali, nelle relative syndication e nelle agenzie di informazione radiofonica, – anche alle imprese fornitrici di contenuti informativi in ambito locale con tecnologie digitale e/o operanti attraverso canali satellitari in chiaro che non rappresentino ritrasmissioni di emittenti nazionali. Il Ccnl si applica anche alle agenzie di informazione radiofonica e televisiva.

Nell’ambito di applicazione del contratto sono state infine introdotte le testate online prodotte dalle stesse aziende editrici delle emittenti radiotelevisive.

L’accordo oggi sottoscritto prevede anche un adeguamento dei livelli retributivi a decorrere dal 1 gennaio 2006 e un programma, da realizzare entro il 31 gennaio 2011, per la graduale soppressione delle quattro ore di straordinario non retribuito.

Le parti si sono altresì impegnate a proseguire l’esame congiunto delle disposizioni delle nuove tipologie contrattuali previste nel Dlgs 276/2003 per verificarne l’applicabilità al settore per quanto attiene le prestazioni di lavoro giornalistico.

Commentando la firma del rinnovo del Ccnl, l’avv. Marco Rossignoli, coordinatore AERANTI-CORALLO, ha dichiarato: “Esprimiamo vivissima soddisfazione per l’accordo raggiunto che riteniamo molto positivo sia per gli editori che per i giornalisti. Si tratta – ha aggiunto Rossignoli – di un contratto collettivo ormai vigente da oltre cinque anni che ha portato alla fine del contenzioso nel settore con un progressivo, continuo aumento dell’occupazione. Riteniamo – ha concluso il coordinatore AERANTI-CORALLO – che anche l’ampliamento dell’ambito applicativo del contratto alle attività imprenditoriali basate sulle nuove tecnologie (satellite, digitale, online) operato dal nuovo accordo favorirà ulteriormente l’occupazione nel settore.”

 

Per informazioni: 348 4454981

 

 

                                                   AERANTI-CORALLO,

                                       aderente alla Confcommercio,

            rappresenta 1.058 imprese radiofoniche e televisive italiane