Contributi dovuti allo Stato per i diritti di uso delle frequenze tv 2020: in attesa del nuovo decreto per la determinazione degli importi rinviato il termine di pagamento del 31 luglio

image_pdfimage_print

(6 luglio 2020)  La Dgscerp del Ministero dello Sviluppo economico ha comunicato, con una nota nel sito istituzionale, che è in via di predisposizione da parte del Ministero stesso il decreto con il quale verrà determinato l’importo dei contributi per i diritti d’uso delle frequenze televisive in tecnica digitale, dovuto dagli operatori di rete in ambito nazionale e locale per l’annualità 2020.

Il precedente decreto 13 aprile 2017 stabiliva, infatti, l’importo dei contributi dovuti per i diritti d’uso delle frequenze televisive in tecnica digitale dovuti fino all’anno 2019.

Con il nuovo decreto verrà, inoltre, indicata la nuova scadenza per i pagamenti relativi ai diritti d’uso delle frequenze televisive, per cui il termine del 31 luglio per l’annualità 2020 (originariamente fissato per tale adempimento) è da ritenersi rinviato. (FC)

Vedi anche:

Operatori di rete tv: in corso di predisposizione il decreto per la definizione dei contributi annuali 2020 per i diritti d’uso delle frequenze televisive digitali. Rinviato frattanto il termine del 31 maggio per la presentazione delle eventuali autodichiarazioni per coloro che hanno diritto a sconti ed esoneri

Operatori di rete tv. Il 31 luglio scade il termine per il pagamento dei diritti di uso delle frequenze per la tv digitale terrestre