Convegno a fermo (ap) sabato 10 aprile 1999 il sistema delle comunicazioni postali e radiotelevisive. 1999:quale scenario per radio e televisioni locali nel nuovo assetto delle telecomunicazioni

image_pdfimage_print
CS 21/99

 

COMUNICATO STAMPA

COORDINAMENTO AER ANTI CORALLO


Convegno a Fermo (Ap) sabato 10 aprile 1999

“Il sistema delle Comunicazioni postali e radiotelevisive. 1999: quale scenario per radio e televisioni locali nel nuovo assetto delle telecomunicazioni”

Pianificazione frequenze e rilascio concessioni tv, par condicio e ddl 1138 i temi centrali.

Intervengono Il Ministro delle comunicazioni Salvatore Cardinale e Marco Rossignoli, coordinatore delegato delle associazioni di categoria radiotelevisive Aer Anti e Corallo.

Ancona, 8 aprile 1999

Previsto per il 20 febbraio e poi rinviato a causa di un indisposizione del Ministro, si svolgerà

Sabato 10 aprile alle ore 16.00

a Fermo (Ap) – Palazzo dei Priori – Sala dei Ritratti

“Il sistema delle comunicazioni postali e radiotelevisive. 1999: quale scenario per radio e televisioni locali nel nuovo assetto delle telecomunicazioni”.

Un convegno organizzato dai gruppi consiliari Udr – Idm della Regione Marche, a cui interverranno il Ministro delle Comunicazioni Salvatore Cardinale, Marco Rossignoli, coordinatore delegato delle associazioni Aer Anti e Corallo, il vicepresidente del Corerat Marche, prof. Domenico Campogiani, il capogruppo Udr Marche Alighiero Nuciari e il coordinatore provinciale Udr Walter Barboni.
Questa è un’occasione importante per mettere in primo piano i temi di maggiore rilevanza per l’emittenza locale italiana e per rispondere alle domande urgenti poste dalle imprese radiotelevisive:
– la richiesta di una pianificazione delle frequenze e successivo rilascio delle concessioni tv che tenga conto della situazione esistente e che permetta un reale sviluppo delle imprese;
-l’esclusione dalla “par condicio” dell’emittenza locale, che per sua natura e struttura garantisce la massima pluralità e democrazia nell’informazione politica;
– l’immediata ripresa dei lavori parlamentari del Ddl 1138 e la conseguente emanazione nei tempi richiesti dal Parlamento (prima del rilascio delle nuove concessioni) di una legge di riordino del sistema che dia alle radio e tv locali il ruolo che le compete e adeguate garanzie.

(Per ulteriori informazioni: 071.20.75.048)

 

 

Il Coordinamento Aer Anti Corallo rappresenta oggi 1300 imprese

radiotelevisive italiane sulle circa 1800 operanti