Convegno aeranti-corallo. rossignoli lancia le proposte di aeranti-corallo per la crescita e la valorizzazione del settore dell’emittenza radiotelevisiva locale

image_pdfimage_print

Cs 74/2002

                                            COMUNICATO STAMPA

                                              AERANTI – CORALLO

                           Le imprese radiotelevisive locali italiane                          


 

Roma, lì 25/09/2002

 

CONVEGNO AERANTI-CORALLO. ROSSIGNOLI LANCIA LE PROPOSTE DI
AERANTI-CORALLO PER LA CRESCITA E LA VALORIZZAZIONE DEL SETTORE DELL’EMITTENZA RADIOTELEVISIVA LOCALE


Nel corso del convegno nazionale organizzato da AERANTI-CORALLO a Roma, l’avv. Marco Rossignoli, coordinatore di AERANTI-CORALLO ha lanciato una serie di proposte atte alla valorizzazione dell’emittenza radiotelevisiva locale. “Chiediamo – ha detto Rossignoli – alle forze politiche di maggioranza e di opposizione l’emanazione di norme che favoriscano sul piano fiscale gli investimenti pubblicitari delle piccole e delle medie imprese su tutti i mezzi di comunicazione di massa; l’emanazione di norme che favoriscano l’accesso da parte delle emittenti locali a produzioni di qualità; l’emanazione di norme che permettano la creazione di consorzi finalizzati alla diffusione di produzioni di qualità che possano operare senza particolari vincoli burocratici;l’emanazione di norme che favoriscano indagini di ascolto basate su metodologie che rilevino nel dettaglio le imprese radiofoniche e televisive locali; l’emanazione di norme che permettano e incentivino l’effettivo accesso della emittenza locale alle trasmissioni digitali. AERANTI-CORALLO chiede inoltre che vengano al più presto approvate le nuove norme sulla par condicio contenute nel Disegno di Legge in materia approvato nei mesi scorsi dal Governo. L’emittenza locale auspica infatti di poter svolgere la propria attività informativa senza alcun vincolo, al di fuori dei periodi elettorali.”

Concludendo il proprio intervento, Rossignoli ha quindi riassunto quelle che sono le esigenze più rilevanti per l’emittenza locale. “Chiediamo una legge che dia ampio spazio e ruolo all’emittenza locale; chiediamo che l’emittenza locale possa vivere e non sopravvivere; chiediamo una serie di norme che favoriscano la crescita complessiva del settore sia attraverso una serie di incentivazioni da parte dello Stato distribuito in modo equo tra le emittenti, sia favorendo lo sviluppo degli investimenti pubblicitari delle piccole e medie imprese che determinerebbe sia un forte incremento della quota di mercato delle emittenti locali, sia  un forte rilancio dei consumi, con effetti positivi sull’intera economia; chiediamo infine che le emittenti locali possano operare con le proprie forze e con la propria fantasia imprenditoriale e non in una logica banalmente assistenzialistica.”

 

Il testo integrale dell’intervento dell’avv. Rossignoli è disponibile sul sito www.aeranticorallo.it, sezione “in primo piano”

 

Per informazioni: 348 4454981

 

                                                                AERANTI-CORALLO,

                                                     aderente alla Confcommercio,

                   rappresenta 1.046 imprese radiofoniche e televisive locali italiane