Coordinamento aer-anti-corallo: incontro con vita per richiesta di proroga dal 30 giugno al 31 luglio dei termini per la presentazione delle domande di concessione tv locali. se la proroga non verra’ concessa e’ prevedibile un ampio contenzioso giudiziario

image_pdfimage_print

cs 47/2000

                                     COMUNICATO STAMPA
                    COORDINAMENTO AER – ANTI – CORALLO                   

 

 

Coordinamento Aer-Anti-Corallo: incontro con Vita per richiesta di proroga dal 30 giugno al 31 luglio dei termini per la presentazione delle domande di concessione tv locali. Se la proroga non verrà concessa è prevedibile un ampio contenzioso giudiziario.


Roma, 18 maggio 2000

 

Il Coordinamento Aer-Anti-Corallo (la federazione che vanta la maggiore rappresentatività nel comparto televisivo locale italiano – pari al 55.54%) dopo la riunione di stamane con il sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri, Vannino Chiti, ha incontrato il sottosegretario alle comunicazioni, Vincenzo Vita, in merito alla richiesta di rinvio dei termini per la presentazione delle domande di concessione televisive locali dal 30 giugno al 31 luglio 2000.

In questa occasione l’On. Vita ha dichiarato che “Il Ministero ha recepito tale problematica ed è allo studio una soluzione”.

Dal canto suo l’avv. Marco Rossignoli, coordinatore Aer-Anti-Corallo, ha commentato: “Auspichiamo che alle parole seguano i fatti. Anche perché in questa occasione il Coordinamento ha ribadito il fatto che è necessaria una proroga complessiva dei termini e che tale proroga deve essere decisa al più presto per ovviare alla ritardata emanazione del relativo disciplinare di gara, avvenuta il 3 maggio anziché il 31 marzo 2000, come previsto dalla legge”.

Se la proroga non dovesse immediatamente intervenire, è evidente il grave disagio in cui si troverebbero le imprese televisive locali e l’enorme contezioso giudiziario che potrebbe scaturire su questo punto.

 

Per informazioni: 0348.44.54.981

 

                             Il Coordinamento Aer-Anti-Corallo, aderente alla Confcommercio,                         
                           rappresenta 1.283 imprese radiofoniche e televisive locali italiane