Dal 1° settembre scatta il terzo e ultimo aumento retributivo per i lavoratori (non giornalisti) di tv e radio locali previsto dall’accordo 25 settembre 2018 tra Aeranti-Corallo e Cisal

image_pdfimage_print

(26 agosto 2020)   A partire dal mese di settembre 2020, scatta il terzo e ultimo aumento contrattuale previsto per i lavoratori dipendenti delle imprese radiofoniche e televisive locali, syndications, agenzie di informazione radiotelevisiva, imprese radiofoniche e televisive satellitari cui viene applicato il Ccnl tra Aeranti-Corallo e Cisal (si tratta di tutti i lavoratori di tali imprese ad eccezione dei giornalisti, cui si applica il Ccnl tra Aeranti-Coralo e Fnsi).

Tale aumento è previsto dal rinnovo della parte economica del Ccnl sottoscritto il 25 settembre 2018 tra Aeranti-Corallo e Cisal e Cisal Terziario.

Il Ccnl in oggetto prevede un aumento delle retribuzioni attuato in tre tranches, l’ultima delle quali con decorrenza 1° settembre 2020. Il testo integrale di tale Ccnl è disponibile a questo link.

Dagli importi indicati, possono essere detratte le somme già riconosciute a titolo di vacanza contrattuale; inoltre, tali importi possono essere assorbiti dai superminimi assorbibili da futuri aumenti contrattuali, presenti nella busta paga del lavoratore.

Gli importi lordi delle retribuzioni a decorrere dall’1° settembre 2020 (comprensivi degli importi previsti dalla terza e ultima tranche dell’aumento retributivo) sono i seguenti (suddivisi tra il settore tv locali e il settore radio locali):

Tv locali
RETRIBUZIONE LORDA MENSILE DAL 01/09/2020

Radio locali
RETRIBUZIONE LORDA MENSILE DAL 01/09/2020

(FC)

Vedi anche:

Lavoratori delle radio e tv locali: a settembre 2020 scatta l’ultimo aumento in base all’accordo del 25 settembre 2018 tra Aeranti-Corallo e Cisal

Ccnl tra Aeranti-Corallo e Cisal. A settembre 2019 la seconda tranche dell’una tantum

Ccnl tra Aeranti-Corallo e Cisal: la disciplina dell’una tantum dovuta da imprese televisive e radiofoniche locali