Decreto 5 maggio 1999 del Ministero delle Finanze recante “Istituzione del nucleo speciale della Guardia di finanza per la radiodiffusione e l’editoria”

image_pdfimage_print

MINISTERO DELLE FINANZE

DECRETO 5 Maggio 1999

Istituzione del nucleo speciale della Guardia di finanza per la radiodiffusione e l’editoria

(pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.129 del 4 giugno 1999)

IL MINISTRO DELLE FINANZE

di concerto con

i MINISTRI DELL’INTERNO, DELLE COMUNICAZIONI E DEL TESORO,
  DEL BILANCIO E DELLA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Vista la legge 23 aprile 1959, n. 189, relativa all’ordinamento del Corpo della Guardia di finanza;

Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, che istituisce l’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e detta norme sui sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo;

Visto in particolare l’art. 1, comma 13, della citata legge n. 249 del 1997, il quale prevede che la predetta Autorita’ si avvale, tra gli altri, degli organi e delle istituzioni di cui puo’ attualmente avvalersi, secondo le norme vigenti, il Garante per la radiodiffusione e l’editoria;

Visto il decreto-legge 23 ottobre 1996, n. 545, convertito con modificazioni, dalla legge 23 dicembre 1996, n. 650, che all’art. 1, comma 44, prevede che il Garante per la radiodiffusione e l’editoria ai fini dell’espletamento delle sue funzioni puo’ avvalersi della Guardia di finanza, la quale agisce secondo le norme e con le facolta’ di cui ai decreti del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e 29 settembre 1973, n. 600;

Ritenuta urgente la necessita’ di dare attuazione all’art. 1, comma 15, della citata legge n. 249 del 1997, il quale dispone che, con decreto del Ministro delle finanze, di concerto con il Ministro dell’interno, il Ministro delle comunicazioni e il Ministro del tesoro, sono determinati le strutture, il personale e i mezzi della Guardia di finanza per i compiti d’istituto nello specifico settore della radiodiffusione e dell’editoria;

Decreta:

Art. 1.

1. E’ istituito, nei limiti dei contingenti previsti dagli organici e degli stanziamenti previsti nelle apposite unita’ previsionali di base del centro di responsabilita’ “Guardia di finanza” dello stato di previsione del Ministero delle finanze per l’anno finanziario 1998 e successivi, il Nucleo speciale della Guardia di finanza per la radiodiffusione e l’editoria.

Art. 2.

1. Il Nucleo di cui all’art. 1, e’ comandato da un ufficiale della Guardia di finanza di grado non inferiore a colonnello.

2. Il comandante del Nucleo si avvale di un organico di sei ufficiali, quaranta tra ispettori e sovrintendenti e dieci tra appuntati e finanzieri.

Il presente decreto sara’ inviato al Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica – Ragioneria centrale presso il Ministero delle finanze, per la registrazione, e sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 5 maggio 1999

Il Ministro delle finanze
Visco

Il Ministro dell’interno
Russo Jervolino

Il Ministro delle comunicazioni
Cardinale

p. Il Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica
Pennacchi