Decreto 8 aprile 2004 recante “Modalità per l’invio delle istanze di contributo a favore delle emittenti televisive locali – anno 2003”

image_pdfimage_print
MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI


DECRETO 8 Aprile 2004


Modalità per l’invio delle istanze di contributo a favore delle emittenti televisive locali – Anno 2003.

(pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 99 del 28 arile 2004)

 

IL DIRETTORE GENERALE PER IL CINEMA

Visto  l’art.  146  della  legge  23 dicembre 2000, n. 388, recante «Disposizioni  per  la  formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2001)»;

Visto  l’art.  5,  comma  8,  della  legge 23 febbraio 2001, n. 29, recante  «Nuove disposizioni in materia di interventi per i beni e le attivita’ culturali»;

Visto  l’art.  80,  comma 34, della legge 27 dicembre 2002, n. 289, recante  «Disposizioni  per la  formazione  del  bilancio   annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2003)»;

Visto  il decreto ministeriale 21 maggio 2002, n. 147, «Regolamento concernente  l’erogazione  di contributi  a  favore  delle emittenti televisive  locali  che  trasmettano programmi autoprodotti, ai sensi dell’art. 146 della legge 23 dicembre 2000, n. 388»;

Ritenuto  di  dover  dare  direttive chiare ed univoche, al fine di procedere  all’erogazione dei contributi  a valere sulla somma di 2 milioni  di euro, stanziata per l’anno 2003 dall’art. 146 della legge 23 dicembre  2000,  n.  388,  come modificato dall’art. 80, comma 34, della legge 27 dicembre 2002, n. 289.

Decreta:

Art. 1.

Ai  fini  dell’erogazione  dei contributi a valere sulla somma di 2 milioni  di euro, stanziata per l’anno 2003 dall’art. 146 della legge 23 dicembre   2000,  n.  388,  come modificato dall’art.80, comma 34, della   legge  27 dicembre 2002, n. 289, trova applicazione, anche per l’anno    2003,   quanto  previsto  dal  citato  decreto   ministeriale 21 maggio 2002, n. 147, con le seguenti precisazioni:

a) sono oggetto di contributo i programmi autoprodotti e trasmessi dopo il 1° gennaio 2003 e comunque entro il 31 dicembre 2003;

b) la  domanda  di  contributo  deve   pervenire,  anche  a  mezzo raccomandata  con  avviso di ricevimento, entro trenta giorni dalla pubblicazione  nella   Gazzetta  Ufficiale  del  presente decreto, al Ministero   per  i  beni e le attivita’ culturali – Direzione generale per il cinema;

c) la  domanda  di  contributo  deve   essere  redatta compilando l’apposito modulo predisposto dalla Direzione generale per il cinema, rinvenibile sul sito www.cinema.beniculturali.it;

d) la trasmissione della videocassetta in formato vhs o dvd del programma autoprodotto e la documentazione richiesta, ai sensi dell’art. 4, comma 4, del decreto ministeriale 21 maggio 2002, n. 147, devono pervenire al Ministero per i beni e le attivita’ culturali – Direzione generale per il cinema, contestualmente e unitamente alla presentazione della domanda.

Roma, 8 aprile 2004

Il direttore generale: Profita