Decreto del Ministro delle comunicazioni 7 maggio 1997 recante “Aggiornamento dei canoni per la radiodiffusione privata”

image_pdfimage_print

 

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI
DECRETO 7 maggio 1997

“Aggiornamento dei canoni per la radiodiffusione privata”

(Gazzetta ufficiale 23 settembre 1997)

 

IL MINISTRO DELLE POSTE E DELLE TELECOMUNICAZIONI

DI CONCERTO CON

IL MINISTRO DEL TESORO

Visto il testo unico delle disposizioni legislative in materia postale di bancoposta e di telecomunicazioni, approvato con decreto del presidente della Repubblica 29 marzo 1973, n.156;

Vista la legge 6 agosto 1990, n.223, ed in particolare l’art.22, il quale prevede l’aggiornamento dei canoni di concessione e di autorizzazione per la radiodiffusione privata ogni tre anni, con decreto del Ministro delle poste e delle telecomunicazioni di concerto con il Ministro del tesoro, in relazione alla variazione del tasso di inflazione verificatasi nel triennio precedente;

Visto l’art.1, comma 3-sexies del decreto-legge 19 ottobre 1992, n.407, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 1992, n.482, che prevede canoni differenziati per l’esercizio della radiodiffusione sonora in ambito nazionale e locale nonché per le autorizzazioni di cui all’art.21 della legge n.223/1990 per la trasmissione di programmi radiofonici in contemporanea;

Visto il decreto del Ministero delle poste e delle telecomunicazioni, di concerto con il Ministro del tesoro 18 febbraio 1994, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.92 del 21 aprile 1994, con il quale sono stati aggiornati i canoni di radiodiffusione televisiva di cui all’art.22, comma 1, lettere b), d), ed e), della legge n.223/1990, a partire dal 1° agosto 1993, in relazione alla variazione del tasso di inflazione verificatasi nel periodo agosto 1990-agosto 1993, pari al 16,9%;

Considerata la necessità di procedere all’aggiornamento dei canoni di radiodiffusione sonora introdotti dall’art.1, comma 3-sexies, del decreto-legge 19 ottobre 1992, n.407, convertito dalla legge 17 dicembre 1992, n.482, nonché all’aggiornamento dei canoni di radiodiffusione televisiva di cui all’art.22, comma 1, lettere b), d) ed e), della legge 223/1990, come modificati dal decreto interministeriale 18 febbraio 1994;

Vista la nota RM2/194 del 5 febbraio 1997 con la quale l’Istituto nazionale di statistica ha comunicato che il periodo ottobre 1992-ottobre 1995 la variazione del tasso di inflazione verificatasi è pari al +14,5%;

Vista la nota RM2/517 del 21 gennaio 1997 con la quale l’Istituto nazionale di statistica ha comunicato che per il periodo agosto 1993-agosto 1996 la variazione del tasso di inflazione verificatasi è pari al +13,5%;

Decreta:

Art.1

  1. A partire dal 1° ottobre 1995 i canoni di cui all’art.1, comma 3-sexies, lettere a), b) e c), del decreto-legge 19 ottobre 1992, n.407, convertito dalla legge 17 dicembre 1992, n.482, sono aumentati del 14,5%.

Art.2

  1. A partire dal 1° agosto 1996 i canoni di cui all’art.22, comma 1, lettere b), d), ed e), della legge 6 agosto 1990, n.223, come aggiornati dal decreto del Ministro delle poste e delle telecomunicazioni, di concerto con il Ministro del tesoro 18 febbraio 1994, citato nelle premesse, sono ulteriormente aumentati del 13,5%.

Il presente decreto sarà trasmesso alla Corte dei conti per la registrazione e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 7 maggio 1997

Il Ministro delle poste e delle telecomunicazioni

MACCANICO

p. il Ministro del tesoro

PENNACCHI

Registrato alla Corte dei conti il 4 settembre 1997

Registro n.6 Poste, foglio n.87