Delibera 25 febbraio 2021 dell’Agcom “Modello telematico e istruzioni per il versamento del contributo dovuto all’Autorità per l’anno 2021 dai soggetti che operano nei settori delle comunicazioni elettroniche e dei servizi media” (Delibera 71/21/CONS)

image_print

 AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERA 25 febbraio 2021 

MODELLO TELEMATICO E ISTRUZIONI PER IL VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DOVUTO ALL’AUTORITA’ PER L’ANNO 2021 DAI SOGGETTI CHE OPERANO NEI SETTORI DELLE COMUNICAZIONI ELETTRONICHE E DEI SERVIZI MEDIA (DELIBERA 71/21/CONS)

(pubblicata sul sito dell’Agcom in data 1 marzo 2021)

L’AUTORITÀ

NELLA riunione di Consiglio del 25 febbraio 2021;

VISTA la legge 14 dicembre 1995, n. 481, recante “Norme per la concorrenza e la regolazione e i servizi di pubblica utilità. Istituzione delle Autorità di regolazione dei servizi di pubblica utilità” e, in particolare, l’art. 2, comma 38, lett.b);

VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante “Istituzione dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo”;

VISTO il decreto legislativo, 8 marzo 2005, n. 82, recante “Codice dell’Amministrazione Digitale” (di seguito “CAD”);

VISTA la legge 23 dicembre 2005, n. 266, recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006)” che disciplina, all’art.1, commi 65 e 66, il sistema di finanziamento dell’Autorità;

VISTA la delibera n.616/20/CONS, del 19 novembre 2020, recante “Misura e modalità di versamento del contributo dovuto all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni per l’anno 2021 dai soggetti che operano nei settori delle comunicazioni elettroniche e dei servizi media”, con la quale l’Autorità ha stabilito la misura e le modalità per il calcolo del contributo e per gli adempimenti informativi connessi al versamento dello stesso;

VISTO il decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri del 17 dicembre 2020 con cui è stata approvata, ai fini dell’esecutività, la delibera n. 616/20/CONS concernente “Misura e modalità di versamento del contributo dovuto all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni per l’anno 2021 dai soggetti che operano nei settori delle comunicazioni elettroniche e dei servizi media”;

VISTO, in particolare, l’art. 4, comma 1 della delibera n. 616/20/CONS, che prevede la predisposizione e la pubblicazione sul sito web dell’Autorità di un apposito modello telematico per la dichiarazione dei dati anagrafici ed economici dei contribuenti;

RAVVISATA l’opportunità, al fine di garantire uniformità delle dichiarazioni e di agevolare l’azione amministrativa di verifica e riscossione, di adottare un modello telematico unico, rubricato “Contributo SCM–anno 2021”, per il calcolo del contributo dovuto dai soggetti operanti nel settore delle comunicazioni elettroniche e dei servizi media all’Autorità per l’anno 2021, e di utilizzare nel predetto modello la classificazione delle attività economiche denominata ATECO 2007, pubblicata dall’Istituto Nazionale di Statistica ISTAT sul sito web www.istat.it;

VISTA la sentenza del Tar Lazio dell’8 febbraio 2021, n. 1577, confermata dal medesimo Tribunale con le successive sentenze del 12 febbraio 2021, n. 1767 e n. 1768, e del 15 febbraio 2021, n. 1804 e n. 1805, che ha riconosciuto la legittimità del sistema delle deduzioni dalla base imponibile definito dall’Autorità negli anni passati e qui conformemente riproposto;

VISTA la convenzione stipulata con Unioncamere, ai sensi della delibera n. 576/10/CONS, del 28 novembre 2010;

CONSIDERATO che l’integrazione delle banche dati dell’Autorità con il portale “impresainungiorno.gov.it” consente di adempiere alle prescrizioni di cui al CAD, consentendo contestualmente una significativa riduzione degli oneri di comunicazione in capo agli operatori obbligati al versamento del contributo all’Autorità;

RITENUTO, pertanto, opportuno ricorrere alle funzioni presenti sul portale gestito da Unioncamere www.impresainungiorno.gov.it per la gestione di tutte le attività relative al contributo;

RITENUTA, altresì, l’opportunità di fornire indicazioni sul sistema di contribuzione per l’anno 2021 e sulle modalità operative di compilazione del connesso modello, mediante l’adozione di apposite “Istruzioniper il versamento del contributo dovuto all’Autorità per l’anno 2021 dai soggetti che operano nel settore delle comunicazioni elettroniche e dei servizi media”;

UDITA la relazione delCommissario Laura Aria, relatore ai sensi dell’art. 31 del Regolamento concernente l’organizzazione ed il funzionamento dell’Autorità;

DELIBERA

 

Art. 1

1. Ai fini delversamento del contributo dovuto all’Autorità per l’anno 2021 dai soggetti che operano nei settori delle comunicazioni elettroniche e dei servizi media sono adottati i seguenti documenti, che costituiscono parte integrante e sostanziale della presente delibera:

a) modello telematico “Contributo SCM –anno 2021”, di cui all’art. 4, comma 1, della delibera n. 616/20/CONS (allegato A in fac-simile);

b) “Istruzioni per il versamento del contributo dovuto all’Autorità per l’anno 2021 dai soggetti che operano nei settoridelle comunicazioni elettroniche e dei servizi media” (allegato B).

2. Il modello “Contributo SCM –Anno 2021”, di cui alla comma 1, lett. a), è trasmesso all’Autorità, entro il 1°aprile 2021, esclusivamente attraverso i servizi telematici esposti nella sezione dedicata del portale www.impresainungiorno.gov.it.

La presente delibera è pubblicata sul sito web dell’Autorità.

Il presente atto può essere impugnato davanti al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio entro 60 giorni dalla sua pubblicazione.

Roma, 25 febbraio 2021

IL PRESIDENTE
Giacomo Lasorella

IL COMMISSARIO RELATORE
Laura Aria

Per attestazione di conformità a quanto deliberato
IL SEGRETARIO GENERALE
Giulietta Gamba

 

pdfAllegato A: Modello “Contributo SCM – anno 2021” (fac simile)

pdfAllegato B: Istruzioni per il versamento del contributo dovuto all’Autorità per l’anno 2021 dai soggetti che operano nel settore delle comunicazioni elettroniche e dei servizi media