Deliberazione 29 marzo 2000 della Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni “Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi di informazione relative alla campagna per le elezioni comunali nella regione autonoma Trentino-Alto Adige previste per il giorno 14 maggio 2000” (Delibera n. 57/00/CSP)

image_pdfimage_print

 

Deliberazione 29 marzo 2000 della Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

“Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi di informazione relative alla campagna per le elezioni comunali nella regione autonoma Trentino-Alto Adige previste per il giorno 14 maggio 2000” (Delibera n. 57/00/CSP)

 

(pubblicata in Gazzetta Ufficiale del 1° aprile 2000 n. 77)

 

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

 

NELLA riunione della Commissione per i servizi e i prodotti del 29 marzo 2000;

 

VISTO l’articolo 1, comma 6, lettera b), n. 9, della legge 31 luglio 1997, n. 249, sull’istituzione dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni;

 

VISTA la legge 10 dicembre 1993, n. 515, concernente “Disciplina delle campagne elettorali per l’elezione alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica” e successive modificazioni;

 

VISTA la legge 22 febbraio 2000, n. 28, recante “Disposizioni per la parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica”, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 43 del 22 febbraio 2000;

 

VISTO il decreto del Presidente della Giunta della Regione autonoma Trentino-Alto Adige 13 gennaio 1995, n. 1/L, recante il testo unico delle leggi regionali sulla composizione ed elezione degli organi delle amministrazioni comunali;

 

VISTA la propria delibera n. 29/00/CSP del 1° marzo 2000, recante “Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi di informazione relative alla campagna per le elezioni regionali, provinciali e comunali fissate per il giorno 16 aprile 2000”, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 51 del 2 marzo 2000;

 

CONSIDERATO che con decreto della Presidente della Giunta della Regione autonoma Trentino-Alto Adige n. 80/A del 15 marzo 2000 sono state fissate per il giorno 14 maggio 2000 le elezioni degli organi di 213 comuni della provincia di Trento e di 113 comuni della provincia di Bolzano, con eventuale turno di ballottaggio per l’elezione del sindaco il 28 maggio 2000;

 

EFFETTUATA la consultazione informale con la Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi prevista dalla legge 22 febbraio 2000, n. 28;

 

UDITA la relazione del Commissario dott. Giuseppe Sangiorgi, relatore ai sensi dell’art. 32 del regolamento concernente l’organizzazione ed il funzionamento dell’Autorità;

 

DELIBERA

 

 

Articolo 1

Rinvio alle disposizioni della delibera dell’Autorità n. 29/00/CSP

1. Per le elezioni comunali che avranno luogo il 14 maggio 2000 nelle province autonome di Trento e di Bolzano, con eventuale turno di ballottaggio per l’elezione del sindaco il 28 maggio 2000, si applicano, con gli adeguamenti di cui all’articolo 2, le disposizioni previste, per le elezioni comunali, dall’articolo 17 della delibera n. 29/00/CSP del 1° marzo 2000, recante “Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parita’ di accesso ai mezzi di informazione relative alla campagna per le elezioni regionali, provinciali e comunali fissate per il giorno 16 aprile 2000”, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 51 del 2 marzo 2000.

 

Articolo 2

 

Periodo, modalità ed ambito territoriale di applicazione

1. Il presente provvedimento trova applicazione dalla data di convocazione dei comizi elettorali di cui all’articolo 1 – intendendosi, a tal fine, quella di pubblicazione da parte dei sindaci del manifesto di avviso agli elettori, di cui all’articolo 25, comma 1, del decreto del Presidente della giunta della Regione autonoma Trentino-Alto Adige 13 gennaio 1995, n. 1/L – sino a tutta la giornata del 14 maggio 2000, salva una eventuale estensione sino al 28 maggio in relazione a votazioni di ballottaggio. Qualora nelle comunicazioni rese o nei comunicati emessi dalle emittenti in relazione alla trasmissione dei messaggi autogestiti gratuiti o a pagamento non sia stato preso in considerazione il periodo intercorrente tra il primo ed il secondo turno, le comunicazioni ed i comunicati relativi dovranno intervenire entro il 17 maggio 2000.

2. Le disposizioni dettate dalla richiamata delibera n. 29/00/CSP in relazione alla stampa periodica e quotidiana e ai sondaggi politici ed elettorali si applicano anche in occasione dell’eventuale secondo turno elettorale del 28 maggio 2000. A tal fine, il riferimento “ad esiti di altre consultazioni elettorali” previsto all’articolo 6, comma 3, della predetta delibera e richiamato dal successivo articolo 17 in relazione alle elezioni comunali, è da intendersi nel senso che tra tali esiti rientrano anche quelli del primo turno di votazione nonché quelli di referendum abrogativi.

3. Per “data della presentazione delle candidature” si intende il termine stabilito al trentunesimo giorno precedente la data della votazione, ai sensi dell’articolo 45, comma 4, del decreto del Presidente della giunta della Regione autonoma Trentino-Alto Adige 13 gennaio 1995, n. 1/L.

4. La disciplina di cui al presente provvedimento si applica ai programmi ed alle trasmissioni destinati ad essere trasmessi esclusivamente nel territorio della Regione Trentino-Alto Adige.

 Articolo 3

 

Entrata in vigore

1. Il presente provvedimento diviene efficace con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana ed è altresì pubblicato nel Bollettino ufficiale dell’Autorità.

Napoli, 29 marzo 2000

 

IL COMMISSARIO RELATORE
Giuseppe Sangiorgi

IL PRESIDENTE
Enzo Cheli

Il segretario della Commissione
Adriano Soi