Deliberazione 5 ottobre 2010 recante “Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parita’ di accesso ai mezzi di informazione relative alla campagna per le elezioni del presidente e dei componenti ……………”

image_pdfimage_print
AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

 

DELIBERAZIONE 5 ottobre 2010

Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parita’ di accesso ai mezzi di informazione relative alla campagna per le elezioni del presidente e dei componenti dell’assemblea delle comunita’ territoriali delle provincia autonoma di Trento (comunita’ territoriale della Val di  Fiemme, Comunita’ di Primiero, Comunita’ Valsugana e Tesino, Comunita’ Alta Valsugana e Bernstol, Comunita’ della Valle di Cembra, Comunita’ della Val di Non, Comunita’ della Valle di Sole, Comunita’ delle Giudicarie, Comunita’ Alto Garda e Ledro, Comunita’ della Vallagarina, Comunita’ Alto Garda e Ledro, Comunita’ della Vallagarina, Magnifica Comunita’ degli Altipiani Cimbri, Comunita’ Rotaliana – Konigsberg, Comunita’ della Paganella e Comunita’ della Valle dei Laghi), indette per il giorno 24 ottobre 2010, nonche’ relative alla campagna per le elezioni del Sindaco e del Consiglio Comunale nei comuni di Cis (Provincia di Trento) e di Corvara in Badia (Provincia di Bolzano), indette per il giorno 21 novembre 2010. (Deliberazione n.202/10/CSP).

(pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.245 del 19 ottobre 2010)

L’AUTORITA’

Nella riunione della commissione per i servizi e i prodotti del 5 ottobre 2010;
Visto l’art. 1, comma 6, lettera b), n. 9, della legge 31 luglio 1997, n. 249, recante «Istituzione dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo»;
Vista la legge 10 dicembre 1993, n. 515, recante «Disciplina delle campagne elettorali per l’elezione alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica», e successive modificazioni;
Vista la legge 22 febbraio 2000, n. 28, recante «Disposizioni per la parita’ di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica», come modificata dalla legge 6 novembre 2003, n. 313;
Vista la legge 6 novembre 2003, n. 313, recante «Disposizioni per l’attuazione del principio del pluralismo nella programmazione delle emittenti radiofoniche e televisive locali»;
Visto il decreto del Ministro delle comunicazioni 8 aprile 2004, che emana il Codice di autoregolamentazione ai sensi della legge 6 novembre 2003, n. 313;
Visto il decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177, come modificato dal decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 44, recante «Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici» ed, in particolare, gli articoli 3 e 7;
Visto lo Statuto speciale di autonomia per il Trentino-Alto Adige, nel testo modificato dall’art. 4 della legge costituzionale 31 gennaio 2001, n. 2;
Visto il decreto del Presidente della Regione autonoma Trentino-Alto Adige 1° febbraio 2005, n. 1/L, recante il testo unico delle leggi regionali sulla composizione ed elezione degli organi delle amministrazioni comunali;
Vista la legge della provincia autonoma di Trento del 16 giugno 2006, n. 3, recante «Norme in materia di Governo dell’autonomia del Trentino», come modificata dalla legge provinciale del 27 novembre 2009, n. 15, la quale istituisce al capo V le comunita’ e prevede l’elezione diretta di parte degli organi delle medesime; 
Vista la deliberazione della giunta della provincia autonoma di Trento del 30 luglio 2010, n. 1755, recante «Modalita’ per l’attuazione dell’art. 16 della legge provinciale 16 giugno 2006, n. 3 (Norme in materia di governo dell’autonomia del Trentino) e per lo svolgimento del procedimento per l’elezione del presidente e dei 3/5 dei componenti dell’assemblea delle comunita’»;
Vista la legge 20 luglio 2004, n. 215, recante «Norme in materia di risoluzione dei conflitti di interessi», come modificata dalla legge 5 novembre 2004, n. 261;
Vista la delibera n. 22/06/CSP del 1° febbraio 2006, recante «Disposizioni applicative delle norme e dei principi vigenti in materia di comunicazione politica e parita’ di accesso ai mezzi di informazione nei periodi non elettorali»;
Visto il decreto del presidente della provincia autonoma di Trento n. 129 del 24 agosto 2010 con il quale sono stati convocati per il giorno 24 ottobre 2010 i comizi per l’elezione del presidente e dei componenti dell’assemblea delle Comunita’ territoriali della Provincia Autonoma di Trento (Comunita’ Territoriale della Val di Fiemme, Comunita’ di Primiero, Comunita’ Valsugana e Tesino,  Comunita’ Alta Valsugana e Bersntol, Comunita’ della Valle di Cembra, Comunita’ della Val di Non, Comunita’ della Valle di Sole, Comunita’ delle Giudicarie, Comunita’ Alto Garda e Ledro, Comunita’ della Vallagarina, Magnifica Comunita’ degli altipiani cimbri, Comunita’ Rotaliana – Konigsberg, Comunita’ della Paganella e Comunita’ della Valle dei Laghi), con un eventuale turno di ballottaggio previsto per il 7 novembre 2010, pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige n. 36 del 9 settembre 2010;
Visto il decreto del Presidente della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige n. 32/A del 20 settembre 2010 con il quale sono stati convocati per il giorno 21 novembre 2010 i comizi per l’elezione del sindaco e del consiglio comunale nei comuni di CIS (Provincia di Trento) e di Corvara in Badia (Provincia di Bolzano), con eventuale turno di ballottaggio per il 5 dicembre 2010;
Vista la propria delibera n. 59/09/CSP del 22 aprile 2009, recante «Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parita’ di accesso ai mezzi di informazione relative alle campagne per le elezioni provinciali e comunali fissate per i giorni 6 e 7 giugno 2009», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 101 del 4 maggio 2009;
Effettuate le consultazioni con la commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi, previste dalla legge 22 febbraio 2000, n. 28;
Udita la relazione dei commissari Michele Lauria e Gianluigi Magri, relatori ai sensi dell’art. 29 del regolamento concernente l’organizzazione ed il funzionamento dell’Autorita’;

Delibera:

Articolo unico

1. Al fine di garantire imparzialita’ e parita’ di trattamento a tutti i soggetti politici impegnati nella competizione elettorale, si applicano alla campagna per le elezioni del Presidente e dei componenti dell’assemblea delle seguenti comunita’: Comunita’ territoriale della Val di Fiemme, Comunita’ di Primiero, Comunita’ Valsugana e Tesino, Comunita’ Alta Valsugana e Bersntol, Comunita’ della Valle di Cembra, Comunita’ della Val di Non, Comunita’ della Valle di Sole, Comunita’ delle Giudicarie, Comunita’ Alto Garda e Ledro, Comunita’ della Vallagarina, Magnifica Comunita’ degli altipiani cimbri, Comunita’ Rotaliana – Konigsberg, Comunita’ della Paganella e Comunita’ della Valle dei Laghi, indette per il giorno 24 ottobre 2010, nonche’ alla campagna per le elezioni del sindaco e del consiglio comunale nei comuni di CIS (Provincia di Trento) e di Corvara in Badia (Provincia di Bolzano), fissate per il giorno 21 novembre 2010, in quanto compatibili, le disposizioni di attuazione della legge 22 febbraio 2000, n. 28, come modificata dalla legge 6 novembre 2003, n. 313, in materia di disciplina dell’accesso ai mezzi di informazione, di cui alla delibera 59/09/CSP del 22 aprile 2009, recante «Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parita’ di accesso ai mezzi di informazione relative alle campagne per le elezioni provinciali e comunali fissate per i giorni 6 e 7 giugno 2009».
2. Le disposizioni di cui al comma 1 non si applicano ai programmi e alle trasmissioni destinati ad essere trasmessi negli ambiti territoriali nei quali non e’ prevista alcuna consultazione elettorale. 
3. I termini di cui all’art. 11, commi 1 e 2, della delibera n. 59/09/CSP decorrono dal giorno successivo alla pubblicazione del presente provvedimento nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. 
4. La disposizione di cui all’art. 25, comma 1, lettera b), relativa ai compiti dei Comitati regionali per le comunicazioni, si applica anche all’accertamento di eventuali violazioni dell’art. 9 della legge n. 28 del 2000.
5. Le disposizioni del presente provvedimento hanno efficacia, nei territori interessati dalle consultazioni elettorali, sino al compimento delle operazioni di voto, fatte salve le eventuali estensioni relative alle votazioni di ballottaggio. 
Il presente provvedimento e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, nel Bollettino ufficiale dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni ed e’ reso disponibile nel sito web della stessa Autorita’ .

Napoli, 5 ottobre 2010

Il Presidente: Calabro’

I commissari relatori: Lauria – Magri