Determinazione 16 luglio 2001 della Direzione Generale Concessioni e Autorizzazioni del Ministero delle Comunicazioni recante “Modalità per la presentazione della domanda ai sensi dell’art.1, comma 2/ter del decreto legge 23 gennaio 2001, n. 5 convertito, con modificazioni, dalla legge 20 marzo 2001, n. 66”

image_print

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI
DIREZIONE GENERALE CONCESSIONI E AUTORIZZAZIONI


Determinazione 16 luglio 2001

Modalità di inoltro delle dichiarazioni e della documentazione necessarie per la verifica del possesso dei requisiti previsti per la prosecuzione nell’esercizio dell’attività di radiodiffusione sonora privata in ambito nazionale e locale

(pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 177 del 1° agosto 2001)

 

IL DIRETTORE GENERALE 

DELLE CONCESSIONI E AUTORIZZAZIONI

Vista  la  legge  6 agosto 1990, n. 223, concernente la “Disciplina del sistema radiotelevisivo pubblico e privato”;

Visto  il  decreto-legge  19 ottobre  1992, n. 407, convertito, con modificazioni  dalla legge 17 dicembre 1992, n. 482, recante “Proroga dei termini in materia di impianti di radiodiffusione”;

Visto  il  decreto-legge  27 agosto  1993,  n. 323, convertito, con modificazioni,   dalla legge 27 ottobre  1993,   n.  422,  recante “Provvedimenti urgenti in materia radiotelevisiva”;

Visto  il  decreto-legge  23 ottobre  1996, n. 545, convertito, con modificazioni,   dalla legge 23 dicembre  1996,  n.   650,  recante “Disposizioni   urgenti   in   materia  di   esercizio dell’attivita’ radiotelevisiva”;

Vista  la  legge  31 luglio  1997, n. 249, concernente “Istituzione dell’Autorita’  per  le garanzie  nelle  comunicazioni  e   norme sui sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo”;

Vista la legge 30 aprile 1998, n. 122, concernente “Differimento di termini previsti dalla legge 31 luglio 1997, n. 249, nonche’ norme in materia di programmazione e di interruzioni pubblicitarie televisive”;

Visto  il  decreto-legge  30 gennaio  1999,  n.  15, convertito con modificazioni, dalla legge 29 marzo   1999,    n.   78,  recante “Disposizioni  urgenti  per  lo  sviluppo  equilibrato dell’emittenza televisiva  e  per  evitare  la  costituzione  o  il   mantenimento di posizioni dominanti nel settore radiotelevisivo”;

Visto il decreto-legge 18 novembre 1999, n. 433, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 gennaio 2000, n. 5, recante “Disposizioni urgenti in  materia di  esercizio dell’attivita’ radiotelevisiva  locale  e  di  termini  relativi  al   rilascio delle concessioni  per la radiodiffusione televisiva privata su frequenze terrestri in ambito locale”;

Visto il testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in  materia  di documentazione amministrativa emanato con decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445;

Visto  il  decreto-legge  23 gennaio  2001,  n.  5, convertito, con modificazioni dalla legge 20 marzo 2001, n. 66, recante “Disposizioni urgenti  per  il  differimento  di termini in materia di trasmissioni radiotelevisive  analogiche e digitali, nonche’ per il risanamento di impianti radiotelevisivi” ed, in particolare, l’art. 1, comma 2-ter;

Visto  il  decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante norme generali   sull’ordinamento del   lavoro   alle    dipendenze  delle amministrazioni pubbliche;

Visto   il   decreto-legge   12 giugno   2001,    n.   217,  recante modificazioni  al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, nonche’ alla  legge  23 agosto 1988, n. 400, in materia di organizzazione del Governo;

Visto il proprio provvedimento in data 28 giugno 2001, con il quale si e’ data attuazione a quanto previsto dall’art. 1, comma 2-ter, del citato decreto-legge 23 gennaio 2001, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 marzo 2001, n. 66;

Ritenuto di dover apportare modifiche al provvedimento adottato, al fine  di espungere dai dati e dalle dichiarazioni previsti all’art. 2 del   citato  provvedimento,  quelli  non  necessari ai fini  delle verifiche dei requisiti di cui ai commi 2-bis e 2-ter dell’art. 1 del decreto-legge 23 gennaio  2001, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 marzo 2001, n. 66; Rilevata, pertanto,  la  necessita’ di sostituire il provvedimento sopraindicato con il presente;

Determina:

Art. 1.
Modalita’ e condizioni di presentazione della domanda

1.  La domanda di verifica del possesso dei requisiti necessari per la  prosecuzione dell’esercizio dell’attivita’  di   radiodiffusione privata  sonora  a  carattere  commerciale  o comunitario, in ambito nazionale   o  locale,  deve  essere  inoltrata  a   mezzo  assicurata convenzionale  con  avviso  di  ricevimento,  ovvero raccomandata con avviso  di  ricevimento  al Ministero delle comunicazioni – Direzione generale per le concessioni e le autorizzazioni, viale America n. 201 –  00144  Roma,  entro il 30 settembre 2001, ovvero consegnata a mano entro la medesima data. Dell’avvenuta consegna a mano il Ministero e’ tenuto  a rilasciare apposita ricevuta. Ai fini dell’accertamento del rispetto  del  predetto  termine,  per  le  domande inoltrate a mezzo assicurata  convenzionale  ovvero  raccomandata,  fa fede la data del timbro postale di spedizione.

2.  Possono presentare la domanda i soggetti titolari di imprese di radiodiffusione privata sonora a carattere commerciale o comunitario, legittimamente  operanti  in  ambito  nazionale o locale alla data di entrata   in   vigore   del  decreto-legge  23 gennaio  2001,  n.  5, convertito, con  modificazioni,  dalla  legge  20 marzo 2001, n. 66, ovvero  i  soggetti  aventi  causa dagli stessi ai sensi dell’art. 1, comma  13,  primo  periodo e dell’art. 1, comma 14, del decreto-legge 23 ottobre  1996,  n. 545, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 dicembre  1996,  n. 650, dell’art.  3,  comma  18,   della  legge 31 luglio  1997,  n.  249,  dell’art. 1, comma 7, ultimi due periodi, della  legge  30 aprile  1998, n. 122 e dell’art. 2, comma 1-bis, del decreto-legge 18 novembre    1999,   n.    433,   convertito,  con modificazioni, dalla legge 14 gennaio 2000, n. 5.

3.  La  domanda,  in  regola con le norme sul bollo, deve contenere l’indice  dei documenti allegati; la busta contenente la domanda deve recare  all’esterno l’indicazione della denominazione dell’emittente, il  relativo  indirizzo  e  la  tipologia (commerciale o comunitaria, nazionale  o  locale). Le pagine della domanda devono essere numerate sequenzialmente  e  sottoscritte a margine. La domanda deve riportare la  seguente dichiarazione: “la  presente  domanda   contiene  n. .. pagine, numerate da pagina 1 a pagina …”.

Art. 2.
Dati e dichiarazioni da inserire nella domanda

1. La domanda deve contenere:

a) i dati, la natura giuridica e la denominazione dell’emittente;

b) la   tipologia   dell’emittente  (commerciale  o   comunitaria, nazionale o locale);

c) il  titolo  in  base  al  quale  il soggetto richiedente opera legittimamente  alla  data  di  entrata  in  vigore del decreto-legge 23 gennaio  2001,  n.  5,  convertito, con modificazioni, dalla legge 20 marzo  2001,  n.  66 (estremi del decreto concessorio ovvero della pronuncia  giudiziale  ovvero  dell’acquisto di azienda effettuato ai sensi  della  normativa  citata  all’art.  1,  comma  2   del presente decreto);

d) il numero di dipendenti impiegati dall’impresa e l’attestazione che gli stessi sono in regola con  le  vigenti disposizioni in materia previdenziale.

2. Alla domanda devono essere allegate le seguenti dichiarazioni sostitutive di certificazioni, rese ai sensi dell’art. 46 del testo unico  delle  disposizioni  legislative e regolamentari in materia di documentazione  amministrativa  emanato  con  decreto  del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445:

a) dichiarazioni,  sottoscritte dai legali rappresentanti e dagli amministratori  dell’impresa richiedente,  di  non  aver   riportato condanne  irrevocabili  a  pena  detentiva  per  delitto non colposo superiore  a  sei  mesi  e di non essere stati sottoposti a misure di sicurezza o di prevenzione;

b) dichiarazione  dell’impresa  richiedente  di  non  trovarsi in stato  di  liquidazione  o  di fallimento  e  di non aver presentato domanda di concordato;

c) dichiarazione  dell’impresa  richiedente dalla quale risultino le   generalita’,   la   data  e  il  luogo   di  nascita  dei  legali rappresentanti e degli amministratori.

3.  Alla  domanda devono essere allegate le seguenti dichiarazioni, rese  in  forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta’ ai sensi   dell’art.  47  del  citato  testo unico   delle  disposizioni legislative    e   regolamentari   in    materia   di   documentazione amministrativa  emanato  con  decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre  2000, n. 445, eventualmente utilizzando il modulo di cui all’allegato A al presente provvedimento:

a) per  le  imprese  di radiodiffusione sonora in ambito locale a carattere commerciale, dichiarazione di impegno a destinare almeno il venti  per  cento dell’orario minimo di programmazione settimanale di sessantaquattro  ore all’informazione, di cui almeno il cinquanta per cento all’informazione  locale,  a notizie e servizi comunque legati alla realta’ locale di carattere commerciale, secondo quanto previsto dall’art.  16,  comma  18,  della  legge  6 agosto 1990, n. 223, come modificato  dall’art. 1, comma 21, del decreto-legge 23 ottobre 1996, n.  545, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 dicembre 1996, n. 650;

b) per   le   imprese   di  radiodiffusione   sonora  a  carattere comunitario,  dichiarazione concernente  l’assunzione dell’obbligo a trasmettere programmi originali autoprodotti per almeno il trenta per cento  dell’orario giornaliero di trasmissione compreso tra le 7 e le 21;

c) per  le  associazioni non riconosciute, titolari di imprese di radiodiffusione  sonora  a carattere comunitario, dichiarazione dalla quale  risultino  esplicitate, con riferimento all’atto costitutivo e allo  statuto, le particolari istanze culturali, etniche, politiche e religiose di cui e’ espressione l’associazione;

d) per  le societa’ di capitali, la dichiarazione che la societa’ richiedente,  per  quanto riguarda l’appartenenza  e l’intestazione delle  quote  o  delle  azioni,  non  si  trova in alcuno dei divieti previsti  dal comma 1 dell’art. 17 della legge 6 agosto 1990, n. 223, e   che per   quanto   riguarda  il   comma  2  dello  stesso  art., la maggioranza delle azioni aventi diritto di voto e delle quote sono intestate  a persone fisiche o soggetti assimilati ai sensi dell’art. 11-ter  del  decreto-legge  27 agosto  1993,  n. 323, convertito, con modificazioni, dalla  legge  27 ottobre  1993,  n.  422,   e  che, se intestati  a societa’, sono comunque individuabili le persone fisiche o  soggetti  equiparati  che detengono o controllano le azioni aventi diritto di voto;

e) per  le  societa’  di persone, la dichiarazione che i titolari delle  quote di  partecipazione alla  societa’  possiedono tutti la cittadinanza  italiana  o di uno degli Stati appartenenti alla Unione europea e che la societa’ e’ costituita soltanto da persone fisiche;

f) per  tutti  i  soggetti  per  i quali deve essere acquisita la documentazione  antimafia  ai sensi del decreto legislativo 8 agosto 1994, n. 490, e successive modificazioni, la dichiarazione attestante l’insussistenza degli impedimenti previsti da tale normativa.

g) per  tutte le imprese, l’elenco degli impianti di diffusione e di  collegamento  legittimamente  eserciti alla data di presentazione della domanda, redatto secondo l’allegato B al presente provvedimento.

Art. 3.
Documentazione da allegare alla domanda

1. I soggetti titolari di imprese di radiodiffusione privata sonora a  carattere commerciale operanti in ambito nazionale o locale devono allegare alla domanda la seguente documentazione:

1)  l’estratto  autentico  del libro matricola e i certificati di correntezza  contributiva rilasciati     dai    competenti   enti previdenziali,  aggiornati  ad  una  data  non anteriore al 30 luglio 2001,  attestanti il numero di dipendenti impiegati (occupati a tempo indeterminato, a  tempo  determinato,  con  contratto  di formazione lavoro,  con  contratto  di  apprendistato, con  contratto   a  tempo parziale),  in regola con le vigenti disposizioni di legge in materia previdenziale.  Qualora  i  certificati  non  vengano resi dagli enti previdenziali  in  tempo utile per la presentazione della domanda, in luogo  dei predetti certificati devono essere prodotti la copia della lettera  di  assunzione,  la  copia  della  richiesta   di apertura di posizione previdenziale  e una dichiarazione di impegno a produrre i certificati  entro  i centoventi  giorni  successivi  alla   data  di presentazione della domanda.

2.  I soggetti che, dopo il rilascio della concessione assentita ai sensi   della   legge  n. 422 del  1993  o   dopo  il  rilascio  del provvedimento  di  conferma  della  concessione,  hanno modificato la propria  natura  giuridica,  ovvero  hanno effettuato i trasferimenti previsti dall’art. 1, comma 2, del presente provvedimento e, in ogni caso,  i soggetti non concessionari legittimamente operanti in ambito nazionale  o  locale alla data di entrata in vigore del decreto-legge 23 gennaio  2001,  n.  5,  convertito, con modificazioni, dalla legge 20 marzo  2001, n. 66, devono allegare alla domanda la documentazione che attesti la natura giuridica del soggetto richiedente. A tal fine:

1) le societa’ di persone (societa’ in nome collettivo e societa’ in  accomandita  semplice),  le societa’  di  capitali (societa’ per azioni,  societa’ a responsabilita’ limitata, societa’ in accomandita per  azioni)  e le cooperative titolari di imprese di radiodiffusione sonora a carattere commerciale devono produrre:

1.1)  certificazione  del  registro  delle imprese, di data non anteriore  al  30 giugno  2001, dalla quale risulti l’oggetto sociale conforme  a  quanto  previsto  dall’art.  16,  comma   11, della legge 6 agosto 1990, n. 223;

1.2) copia autentica  dell’atto di acquisizione, nel caso sia stato effettuato il  trasferimento dell’impresa  ai   sensi  della normativa richiamata all’art. 1, comma 1, del presente provvedimento;

2) le cooperative prive di scopo di lucro, titolari di imprese di radiodiffusione  sonora  a carattere  comunitario,  devono   produrre certificazione  del  registro delle imprese, di data non anteriore al 30 giugno 2001, dalla quale risulti:

2.1)  l’oggetto sociale della stessa conforme a quanto previsto dall’art. 16, comma 5, della legge 6 agosto 1990, n. 223;

2.2)  che  lo statuto della societa’ prevede le clausole di cui alle lettere a), b), c) dell’art.26 del decreto legislativo del Capo provvisorio  dello  Stato  14 dicembre 1947, n. 1577, ratificato, con modificazioni  dalla  legge 2 aprile 1951 n. 302, nonche’ all’art. 14 del  decreto  del  Presidente  della Repubblica 29 settembre 1973, n. 401, e successiva interpretazione autentica di cui all’art. 17, della legge 23 dicembre 2000, n. 388;

2.3)  copia  autentica  dell’atto di acquisizione, nel caso sia stato   effettuato  il trasferimento  dell’impresa  ai   sensi  della normativa richiamata all’art. 1, comma 1, del presente provvedimento;

3)  le  associazioni  riconosciute  e  le  fondazioni titolari di imprese  di  radiodiffusione sonora  a  carattere comunitario devono produrre:

3.1)   certificazione   del   competente  tribunale   attestante l’iscrizione nel registro delle persone giuridiche;

3.2)  copia  autentica  dell’atto  costitutivo e dello statuto, nonche’ degli eventuali atti modificativi;

3.3) copia autentica dell’atto di acquisizione, nel caso sia stato effettuato  il trasferimento dell’impresa  ai   sensi  della normativa richiamata all’art. 1, comma 1, del presente provvedimento;

4) le associazioni  non  riconosciute,  titolari  di imprese di radiodiffusione sonora a carattere comunitario, devono produrre:

4.1)  copia  autentica  dell’atto  costitutivo e dello statuto, nonche’ degli eventuali atti modificativi;

4.2)  copia  autentica  dell’atto di acquisizione, nel caso sia stato effettuato il trasferimento ai sensi della normativa richiamata all’art. 1, comma 1, del presente provvedimento;

5) le societa’ o le cooperative che hanno acquisito, a titolo di cessione, donazione o conferimento, ai sensi dell’art. 1, comma 14, del   decreto-legge   23 ottobre   1996,   n. 545, convertito,  con modificazioni,   dalla   legge  23 dicembre  1996,  n.   650,  imprese individuali   titolari   di radiodiffusione    sonora   a  carattere commerciale  in ambito locale legittimamente operanti e che non hanno ancora   ottenuto   alla  data  della  presentazione della  domanda, l’iscrizione nel registro delle imprese devono produrre:

5.1)  copia  autentica  dello  statuto  e dell’atto costitutivo della societa’ o cooperativa;

5.2) copia autentica dell’atto di acquisizione;

6)  le  societa’  che  hanno  acquisito,  a  titolo   di cessione, donazione o conferimento, ai sensi dell’art. 3, comma 18, della legge 31 luglio   1997,   n.   249,  cooperative   titolari di imprese  di radiodiffusione   sonora   a   carattere  commerciale   legittimamente operanti   e che   non  hanno  ancora   ottenuto,  alla  data  della presentazione  della domanda, l’iscrizione nel registro delle imprese devono produrre:

6.1)  copia  autentica  dello  statuto  e dell’atto costitutivo della societa’ o cooperativa;

6.2) copia autentica dell’atto di acquisizione;

7)  le cooperative prive di scopo di lucro che hanno acquisito, a seguito  di  cessione o donazione, ai sensi dell’art. 2, comma 1-bis, del   decreto-legge   18 novembre   1999,  n. 433, convertito,  con modificazioni,   dalla  legge  14 gennaio  2000,  n.   5,  imprese  di radiodiffusione   sonora   a   carattere  comunitario   legittimamente operanti   e   che   non hanno  ancora   ottenuto,  alla  data  della presentazione  della domanda, l’iscrizione nel registro delle imprese devono produrre:

7.1)  copia  autentica  dell’atto  costitutivo  e dello statuto della cooperativa;

7.2) copia autentica dell’atto di acquisizione;

8)  le  associazioni  riconosciute  e  le  fondazioni   che  hanno acquisito,  a  seguito di cessione o donazione, ai sensi dell’art. 2, comma  1-bis, del decreto-legge 18 novembre 1999, n.433, convertito, con  modificazioni,  dalla  legge  14 gennaio  2000, n. 5, imprese di radiodiffusione sonora legittimamente operanti e che non hanno ancora ottenuto,  alla data di presentazione della domanda, l’iscrizione nel registro delle persone giuridiche devono produrre:

8.1) copia autentica dell’atto costitutivo e dello statuto;

8.2) copia autentica dell’atto di acquisizione.

3.  I  soggetti che dopo il rilascio delle concessioni assentite ai sensi  della legge n. 422 del 1993 hanno modificato la propria natura giuridica  ovvero  hanno  effettuato  i  trasferimenti previsti dalla normativa  richiamata all’art. 1, comma 2, del presente provvedimento e  non hanno ancora  richiesto  la volturazione della concessione a proprio    favore,    devono  formulare la   relativa   richiesta contestualmente alla domanda.

4.  I  soggetti che dopo il rilascio delle concessioni assentite ai sensi  della legge n. 422 del 1993 hanno effettuato trasferimenti per un numero di quote o azioni superiore al dieci per cento del capitale sociale,  ovvero  superiore al due per cento, se trattasi di societa’ quotate  in borsa,  e  non  hanno  ancora  richiesto   la conferma di concessione  ai  sensi dell’art.  17, comma 5, della legge 6 agosto 1990,  n. 223, devono formulare la relativa richiesta contestualmente alla domanda.

Art. 4.
Esito della verifica

1. Al termine dell’esame delle domande e delle  relative dichiarazioni  e  documentazioni,  il Ministero  delle comunicazioni comunica  ai  soggetti  che hanno presentato la domanda l’esito della verifica  dei  requisiti  di  cui all’art. 1, commi 2-bis e 2-ter del decreto-legge  23 gennaio  2001, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 marzo 2001, n. 66.

Il  presente  provvedimento  e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 16 luglio 2001

Il direttore generale: Aria

Allegato A

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’
(art. 47 D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000)

Il/La     sottoscritto/a     ….      nato/a     a     ….     il ……………………..  residente  in  …. via …. n. ……… quale  legale  rappresentante  della  ….  con sede in …. via …. codice  fiscale …. titolare della impresa di radiodiffusione sonora a    carattere    commerciale/comunitario     operante    in    ambito nazionale/locale  consapevole  delle  sanzioni  penali,  nel   caso di dichiarazioni   non  veritiere  e  falsita’  negli   atti,  richiamate dall’art.  76  decreto  del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000;

Dichiara:

……………………………………………………………………………………..
……………………………………………………………………………………..
…………………………………………………………………………………….

…………., li’ ……………..

Il/la dichiarante

……………………………….
(firma per esteso e leggibile)

Ai sensi dell’art. 38, decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000  la dichiarazione e’ sottoscritta dall’interessato in  presenza del dipendente addetto ovvero sottoscritta e inviata unitamente a copia fotostatica, non autenticata, di un documento di identita’ del sottoscrittore.

Informativa ai sensi dell’art. 10 della legge n. 675/1996.
I dati sopra riportati sono prescritti dalle disposizioni vigenti ai  fini  del  procedimento per il  quale sono richiesti e verranno utilizzati esclusivamente per tale scopo.

Allegato B

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’
(art. 47 D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000)

Il/La     sottoscritto/a     ….      nato/a     a     ….     il ……………………..  residente  in  …. via …. n. ……… quale  legale  rappresentante  della  ….  con sede in …. via …. codice  fiscale …. titolare della impresa di radiodiffusione sonora a  carattere commerciale/comunitario     operante    in    ambito nazionale/locale  consapevole  delle  sanzioni  penali,  nel   caso di dichiarazioni   non  veritiere  e  falsita’  negli   atti,  richiamate dall’art.  76  decreto  del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000;

Dichiara:

Gli  impianti  di  diffusione  e di collegamento esercitati dalla ….  ….  con  sede  in  ….  via  ….   titolare della impresa di radiodiffusione  sonora  a carattere commerciale/comunitario operante in ambito nazionale/locale denominata …. sono i seguenti:

ELENCO IMPIANTI DI DIFFUSIONE E DI COLLEGAMENTO

======================================================================
                      |                            |  Ubicazione      |  Frequenza   |  Frequenza
n. impianto  | Tipo impianto  | (comune- via)  |  emissione   |  Ricezione
=======================================================================
——————————————————

Note per la compilazione:

nella  colonna  “Numero   impianto” attribuire ad ogni impianto un numero secondo una numerazione progressiva a partire da 1;
nella  colonna  “Tipo  impianto”  indicare   “diffusione”  per gli impianti   di   diffusione;   “collegamento”    per  gli  impianti  di collegamento;
nella  colonna  “Ubicazione” indicare l’indirizzo riportato nella scheda  tecnica B relativa di cui al decreto ministeriale 13 dicembre
1984.

…………., li’ ……………..

Il/la dichiarante

…………………….
(firma per esteso e leggibile)

Ai sensi dell’art. 38, decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 la dichiarazione e’ sottoscritta dall’interessato in presenza del dipendente addetto ovvero sottoscritta e inviata unitamente a copia fotostatica, non autenticata, di un documento di identità del sottoscrittore.

Informativa ai sensi dell’art. 10 della legge n. 675/1996.
I dati sopra riportati sono prescritti dalle disposizioni vigenti ai fini del procedimento per il quale sono richiesti e verranno utilizzati esclusivamente per tale scopo.