D.P.R. 9 maggio 1994, n. 407 “Regolamento recante modificazioni del D.P.R. 26 aprile 1992, n. 300, concernente le attività private sottoposte alla disciplina degli articoli 19 e 20 della legge 7 agosto 1990, n. 241 (Parti generali e voci 29 e 30)”

image_pdfimage_print

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 9 maggio 1994, n. 407

“Regolamento recante modificazioni al decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1992, n. 300, concernente le attività private sottoposte alla disciplina degli articoli 19 e 20 della legge 7 agosto 1990, n. 241”

(pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.147 in data 25 giugno 1994)

 

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visto l’articolo 87, comma quinto, della Costituzione;

Visto l’articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1998, n. 400;

Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1992, n. 300, con il quale è stato emanato un unico regolamento concernente le attività private sottoposte alla disciplina degli articoli 19 e 20 della legge 7 agosto 1990, n. 241;

Visto l’art. 2, comma 10, della legge 24 dicembre 1993, n. 537;

Acquisito il parere delle competenti commissioni permanenti del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati;

Udito il parere del Consiglio di Stato espresso nell’adunanza generale del 28 aprile 1994;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri adottata nella riunione del 28 aprile 1994;

Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e del Ministro per la funzione pubblica:

 

EMANA
Il seguente regolamento

 

Art. 1.

Oggetto

  1. La tabella C allegata al decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1992, n. 300, recante “Regolamento concernente le attività private sottoposte alla disciplina degli articoli 19 e 20 della legge 7 agosto 1990, n 241”, è modificata ed integrata secondo le disposizioni seguenti.

 

Art. 2
Integrazioni e modifiche
  1. Sono inserite nella tabella C le attività individuate nell’allegato 1.
  2. Le attività, individuate nell’allegato 2, sono eliminate dall’elenco di cui alla tabella C del regolamento 26 aprile 1992, n.300.

      

Art. 3.

Coordinamento di testo

  1. L’ufficio centrale per il coordinamento dell’attività normativa del Governo provvede a redigere ai sensi dell’art. 23, comma 4, della legge 23 agosto 1988, n. 400, il testo coordinato del presente regolamento con il decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1992, n. 300, tenendo conto degli effetti abrogativi derivanti dall’articolo 2, comma 10, della legge 24 dicembre 1993, n. 537.

Il presente decreto, munito del Sigillo dello Stato, sarà inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Dato a Roma, addì 9 maggio 1994.

SCALFARO
CIAMPI, Presidente del Consiglio dei Ministri
CASSESE, Ministro per la funzione pubblica

Visto, il Guardasigilli: BIONDI
Registrato alla Corte dei conti il 14 maggio 1994
Atti di Governo, registro n. 92, foglio n. 33

 

STRALCIO DELL’ALLEGATO 1

                       ATTIVITA’                                             NORMA                              P.A. COMPETENTE             TERMINE DI CONTROLLO
 29. Distribuzione di programmi
 sonori e televisivi via cavo mono
 o pluricanale.
 L. 6 agosto 1990, n.223,
 art. 29;
 D.L. 22 febbraio 1991, n.
 73, art. 9
 Ministero delle poste e
 delle telecominunicazioni
                   30 giorni
 30. Trasmissione di programmi
 in contemporanea da parte di
 concessionario.
 L. 6 agosto 1990, n. 223,
 art. 21
 Ministero delle poste e
 delle telecomunicazioni
                   30 giorni