Emergenza coronavirus. Il DL “cura Italia” dispone la proroga dell’Agcom sino a 60 giorni dalla cessazione dell’emergenza Covid-19

image_pdfimage_print

(17 marzo 2020)   In attesa della pubblicazione in Gazzetta ufficiale del testo del decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri lo scorso 16 marzo (c.d. “decreto cura Italia”), sembrerebbe confermata l’ulteriore proroga di funzioni del Consiglio della Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni sino ai sessanta giorni successivi alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19.

Il consiglio dell’Agcom doveva essere rinnovato da ultimo, entro il 31 marzo (essendo già stato prorogato due volte).

L’ulteriore proroga che verrebbe disposta dal decreto  cura Italia pone la tempistica del rinnovo dell’Agcom in una situazione di assoluta incertezza, in quanto non è, allo stato, noto quando sarà effettivamente rinnovato il Consiglio. (FB)

Vedi anche:

Emergenza coronavirus. Nel decreto legge “cura Italia” non vi è più lo stanziamento aggiuntivo per i contributi a radio e tv locali di cui al Dpr 146/17

Decreto coronavirus: nella bozza la proroga di Agcom e Garante privacy sino al termine dell’emergenza Covid 19

Decreto coronavirus: nella bozza la previsione di un incremento una tantum di 80 milioni per i contributi per radio e tv locali di cui al Dpr 146/17

Emergenza coronavirus. Il Mef comunica che nel prossimo DL vengono prorogati termini versamenti fiscali 16 marzo

Emergenza coronavirus. Aeranti-Corallo chiede all’Agcom il differimento del termine per la comunicazione annuale del contributo dovuto all’Autorità e per il relativo pagamento

Emergenza coronavirus: Aeranti-Corallo incontra il Sottosegretario allo Sviluppo economico on. Mirella Liuzzi per rappresentare le gravi difficoltà del settore radiotelevisivo locale

Emergenza Covid-19. Finanziamenti piccole e medie imprese, addendum accordo con Abi per estendere ai prestiti al 31/1/20 la possibilità di chiedere sospensione o allungamento

Il Dpcm 1° marzo 2020 estende le disposizioni in materia di lavoro agile a tutta Italia in relazione all’emergenza coronavirus

Dpcm 25 febbraio 2020 in materia di lavoro agile nel Nord Italia in relazione all’emergenza coronavirus