Fondo straordinario editoria. Emanato il primo decreto attuativo per l’anno 2023, relativo, tra l’altro, all’assunzione di giornalisti e professionisti under 36

(13 dicembre 2023)    Con decreto del Capo Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria (DIE) della Presidenza del Consiglio dei Ministri in data 28 novembre 2023, in corso di registrazione alla Corte dei Conti, sono state approvate le disposizioni applicative per la fruizione dei contributi previsti dagli articoli 2 e 4 del DPCM 10 agosto 2023, di ripartizione delle risorse assegnate al Fondo straordinario per gli interventi di sostegno all’editoria per l’anno 2023.

Tale Decreto del Capo del DIE stabilisce, tra l’altro, le misure per le assunzioni di professionisti e giornalisti a tempo indeterminato (articolo 4, commi 1 e 2 del DPCM 10 agosto 2023), le cui disposizioni sono immediatamente operative (rientrando nel regime “de minimis”), in quanto non subordinate all’autorizzazione della Commissione europea.

Le relative domande dovranno essere presentate, esclusivamente per via telematica, al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri, attraverso la procedura che verrà resa disponibile nell’area riservata del portale www.impresainungiorno.gov.it. Il termine per l’invio di tali domande telematiche è fissato nel periodo compreso tra il 23 aprile 2024 (ore 10.00) e il 23 maggio 2024 (ore 17.00
Per le altre agevolazioni previste dal citato DPCM 10 agosto 2023, relative, tra l’altro, agli investimenti in tecnologie innovative (articolo 6), il DIE ha predisposto un ulteriore schema di provvedimento per l’invio alla Commissione europea, ai fini dell’acquisizione della prescritta autorizzazione.

A questo link è pubblicato il Decreto del Capo del DIE della Presidenza del Consiglio dei Ministri 28 novembre 2023.

 

Vedi anche:

Decreto del Capo del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della PCM 24 novembre 2023 che approva l’elenco dei soggetti cui è riconosciuto il contributo forfettario, previsto dall’articolo 4, comma 2, del D.P.C.M. 28 settembre 2022, per la trasformazione, nel corso dell’anno 2022, di contratti giornalistici a tempo determinato ovvero di collaborazione coordinata e continuativa in contratti a tempo indeterminato (Fondo straordinario per gli interventi di sostegno all’editoria)