Forte calo della raccolta pubblicitaria radio a marzo. Tuttavia il mezzo si dimostra resiliente e capace di adattarsi al cambiamento

image_pdfimage_print

(26 maggio 2020)   L’emergenza Coronavirus non ha risparmiato la raccolta pubblicitaria sulla radio. A marzo 2020, rispetto allo stesso anno 2019, vi è stato, infatti, un risultato fortemente negativo, come rilevato nell’ambito dell’Osservatorio Fcp Assoradio coordinato dalla società Reply, con un dato a – 41,6%, a fronte dei precedenti parziali positivi di gennaio (+ 11,8%) e febbraio (+ 15,7%).

Il primo trimestre 2020 si è chiuso con un risultato di -8,9% sullo stesso periodo 2019.

FCP Assoradio evidenzia che la forte contrazione della raccolta pubblicitaria è stata causata dal lockdown e dal conseguente blocco delle attività di comunicazione di moltissimi settori che hanno totalmente sospeso qualunque tipo di attività.

In tale contesto fortemente negativo, la radio ha comunque dimostrato una fortissima resilienza e una capacità di adattamento al cambiamento emersa pienamente dalla ricerca “L’ascolto della radio ai tempi del Covid” commissionata dal TER – Tavolo Editori Radiofonici a GfK.

I dati emersi da tale ricerca hanno evidenziato, tra l’altro, che sebbene l’emergenza sanitaria abbia fortemente condizionato le abitudini di ascolto (il 67% della popolazione utilizza meno l’auto) e sui percorsi verso il lavoro (il 30% della popolazione non si reca più al lavoro fuori casa), costringendo tra le mura domestiche gran parte della popolazione, l’impatto globale sugli ascolti della radio sia stato molto contenuto.

Rilevante inoltre l’aumento dell’ascolto attraverso tutti i dispositivi diversi dall’autoradio (nel periodo monitorato è stata meno utilizzata): non solo la classica radio Fm, ma anche la Tv, lo smartphone e il Pc; sono cresciuti, inoltre, i tablet e gli smart speaker, i quali, pur partendo da basi contenute nel periodo pre-crisi, hanno registrato tassi di incremento analoghi a quelli degli altri device.

Qui le slide della ricerca GfK. (FC)

Vedi anche

La ricerca “L’ascolto della Radio ai tempi del Covid” di GfK Italia per conto di TER – Tavolo Editori Radio