Forum sulla tv digitale terrestre: aeranti-corallo avanza al ministro gasparri una serie di richieste per garantire il ruolo che l’emittenza locale svolge sul piano dell’informazione regionale e locale

image_pdfimage_print

Cs 62/2003

                                       COMUNICATO STAMPA

                                         AERANTI – CORALLO

                          Le imprese radiotelevisive locali italiane                       


Roma, lì 28/10/2003

 

FORUM SULLA TV DIGITALE TERRESTRE: AERANTI-CORALLO AVANZA AL MINISTRO GASPARRI UNA SERIE DI RICHIESTE PER GARANTIRE IL RUOLO CHE L’EMITTENZA LOCALE SVOLGE SUL PIANO DELL’INFORMAZIONE REGIONALE E LOCALE

 

Nel corso del Forum sulla televisione digitale terrestre organizzato da AERANTI-CORALLO e attualmente in corso di svolgimento a Roma (sede nazionale Confcommercio), l’avv. Marco Rossignoli, coordinatore AERANTI-CORALLO ha chiesto al Governo e in particolare al Ministro delle comunicazioni Gasparri, che ha sempre dimostrato attenzione nei confronti dell’emittenza locale, un maggiore sostegno delle istanze di AERANTI-CORALLO per garantire all’emittenza locale il ruolo che la stessa svolge sul piano dell’informazione regionale e provinciale attraverso un continuo contatto con il cittadino e con il territorio.

In particolare, Rossignoli ha chiesto al Governo e al Ministro delle comunicazioni “che venga recepito nella legge Finanziaria per il 2004 l’ordine del giorno approvato dal Senato in fase di discussione della legge di riforma del sistema radiotelevisivo con il quale viene sollecitato l’incremento di 2,5 milioni di euro per ogni anno del fondo per il rimborso dell’80% delle spese di abbonamento per le agenzie di informazione previsto per le imprese televisive locali, per le imprese radiofoniche e per i canali tematici satellitari.” Rossignoli ha evidenziato che: “Si tratta di una misura molto importante per finanziare adeguatamente il fondo che ha negli anni contribuito allo sviluppo del ruolo informativo dell’emittenza locale.”

Rossignoli ha quindi sottolineato che: “AERANTI-CORALLO ritiene assolutamente necessaria una modifica del D.M. 378/99 per giungere a una più equa ripartizione dei fondi, in quanto si sono spesso verificate situazione per cui, a causa della contraddittorietà delle norme, soggetti utilmente collocati in graduatoria non hanno ricevuto alcun contributo.”

Infine Rossignoli ha evidenziato che: “AERANTI-CORALLO ritiene importante che, per favorire una accelerazione del passaggio al digitale televisivo venga previsto un nuovo stanziamento per l’innovazione tecnologica degli impianti, con modalità simili a quelle previste in passato dall’art. 52 della legge 488/2001. I fondi previsti da tale legge – ha notato Rossignoli – sono infatti rimasti in buona misura inutilizzati in quanto la contribuzione riguardava investimenti che avrebbero dovuto essere ancora effettuati prima dell’approvazione delle norme per il passaggio al digitale.”

 

Per informazioni: 348 4454981