Inpgi, riaperti i termini per le definizioni agevolate di inadempienze contributive

image_print

(10 marzo 2021)   Sono stati riaperti i termini per la presentazione di domande di regolarizzazione agevolata dalle inadempienze contributive poste in essere dai datori di lavoro nei confronti della gestione principale Inpgi.

Tale riapertura di termini è efficace dal 1° marzo e fino al 25 ottobre 2021, ed è conseguente all’approvazione, da parte dei ministeri vigilanti, della delibera n. 3 del 27 gennaio 2021 del Consiglio di Amministrazione dell’Inpgi.

La misura, che era stata originariamente introdotta con la delibera n. 47 del 2019 del CdA Inpgi per il periodo dal 25 febbraio 2020 al 31 agosto 2020 (termine successivamente prorogato fino al 30 novembre 2020) si inserisce – rende noto l’Istituto previdenziale nella propria newsletter – in un primo pacchetto di iniziative finalizzate a migliorare il coefficiente di liquidità e di realizzazione dei crediti contributivi esistenti nei confronti delle aziende iscritte e consente, a queste ultime, di sanare le irregolarità previdenziali nei confronti della Gestione sostitutiva dell’AGO.

Sulla problematica, l’Inpgi, da noi interpellata, ci ha comunicato che dovrebbe emanare a breve una circolare esplicativa.

 

Vedi anche:

Giornalisti. L’Inpgi approva la sanatoria per le inadempienze contributive fino al 25 febbraio 2020

Inpgi, in vigore dal 1° gennaio la riforma della gestione separata per la previdenza dei giornalisti autonomi e co.co.co.

Nella conferenza stampa di fine anno, il Presidente del Consiglio affronta anche il tema della previdenza dei giornalisti

Si prospetta un rinvio del commissariamento Inpgi