Insediamento della sezione tecnico-ambientale della commissione per il riassetto del sistema radiotelevisivo presso il ministero delle comunicazioni

image_pdfimage_print

cs 27/2002

COMUNICATO STAMPA

AERANTI – CORALLO

               Le imprese radiotelevisive locali italiane            


Roma, lì 13/3/2002

 

INSEDIAMENTO DELLA SEZIONE TECNICO-AMBIENTALE DELLA COMMISSIONE

PER IL RIASSETTO DEL SISTEMA RADIOTELEVISIVO

PRESSO IL MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI


Questa mattina il Presidente della Commissione per il riassetto del sistema radiotelevisivo dott. Adalberto Baldoni ha proceduto all’insediamento della Sezione tecnico-ambientale della stessa Commissione. Tale sezione ha il compito di formulare pareri e proposte su problematiche tecniche del settore radiotelevisivo. Coordinatore della Sezione è stato nominato l’avv. Marco Rossignoli di AERANTI-CORALLO (la federazione che rappresenta 1.141 imprese radiotelevisive locali sulle circa 1.700 operanti).
Subito dopo l’insediamento, si è svolta la prima riunione della Sezione, i cui lavori sono stati coordinati dall’avv. Rossignoli. In particolare, la Sezione ha tra l’altro iniziato l’analisi dello stato di applicazione della Legge 122/98 e della relativa circolare applicativa da parte degli Ispettorati territoriali del Ministero delle Comunicazioni, relativamente alle modifiche tecniche degli impianti e alla compatibilizzazione radioelettrica degli stessi.
Sul punto, la Sezione ha deciso di invitare ad alcune prossime riunioni il Direttore generale per le Concessioni e autorizzazioni del Ministero delle Comunicazioni e i Direttori dei 16 Ispettorati territoriali dello stesso Ministero, al fine di conoscere la loro posizione sulla problematica in esame.
Inoltre, la Sezione ha avviato la discussione sulle procedure tecniche da adottare per le modifiche degli impianti radiotelevisivi attraverso interventi urbanistici e radioelettrici al fine di risolvere le situazioni di superamento dei limiti di campo elettromagnetico. Su questo punto, la Sezione ha anche deciso di invitare a una prossima riunione i rappresentanti dell’Anci (Associazione nazionale dei comuni italiani) e della Conferenza delle Regioni.
Al termine dell’incontro, l’avv. Rossignoli ha espresso soddisfazione per le decisioni assunte, che sicuramente saranno utili per favorire la risoluzione di importanti problematiche tecniche delle imprese radiotelevisive.

 

Per informazioni: 348 4454981

 

AERANTI-CORALLO,

aderente alla Confcommercio,

           rappresenta 1.141 imprese radiofoniche e televisive locali italiane