Ipotesi di aggiornamento linee guida ministeriali per Fsma. Aeranti-Corallo chiede che vengano individuate soluzioni per garantire la continuità aziendale delle tv locali

image_print

(18 febbraio 2021)    Nell’ambito della consultazione pubblica cui la Dgscerp del Ministero ha sottoposto l’ipotesi di aggiornamento delle Linee guida (pubblicate il 22 luglio 2019), relative ai criteri e alle modalità che verranno adottati per la formazione delle graduatorie dei fornitori di servizi di media audiovisivi (FSMA) operanti in ambito locale nell’ambito del processo di dismissione della banda 700 e di passaggio al Dvbt-2, in applicazione di quanto previsto all’articolo 1, comma 1034, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, come modificata dall’articolo 1, comma 1106, della legge n. 145 del 30 dicembre 2018, Aeranti-Corallo ha formulato una serie di osservazioni di merito.

Nel documento inviato alla Dgscerp, Aeranti-Corallo ha sottolineato che non è stata data soluzione ad una importante criticità, da tempo evidenziata dalla stessa federazione, come la circostanza che fino a quando tutta l’utenza non sarà dotata di ricevitori (tv e decoder) DVBT-2/HEVC occorrerà trasmettere (per essere ricevuti) con codifica DVBT/MPEG-4 e che pertanto si deve tenere conto di tale aspetto per definire, nell’ambito del procedimento di selezione dei FSMA, la quantità di capacità trasmissiva assegnabile ad ogni FSMA durante il periodo cosiddetto transitorio (cioè tra il 1° settembre 2021 e il 20 giugno 2022).

Infatti, qualora la capacità trasmissiva non venisse assegnata in modo coerente con tale problematica, potrebbe, a parere di Aeranti-Corallo, essere compromessa la continuità aziendale delle emittenti locali.

Aeranti-Corallo ha, quindi, rilevato la necessità di garantire all’emittenza locale un percorso che consenta di operare prima (nel periodo transitorio) in Dvb-t/Mpeg-4 e, successivamente (a regime), in Dvbt-2/Hevc, contestualmente alla concessionaria pubblica e ai principali Fsma nazionali. (FB)

(Nella foto: Marco Rossignoli)

 

Vedi anche:

Pubblicato dal MiSe un aggiornamento delle linee guida per selezione Fsma locali. Al via consultazione pubblica

Selezione nuovi Fsma locali. Occorre individuare soluzioni che garantiscano la continuità aziendale in tutte le aree tecniche

Tavolo Tv 4.0: Aeranti-Corallo evidenzia le preoccupazioni delle tv locali in relazione alla transizione al Dvbt-2

Aggiornamento del piano Lcn: occorre conservare gli attuali spazi per le tv locali

Bandi operatori di rete tv locali, la Dgscerp prosegue nella pubblicazione delle FAQ

Ulteriori risposte della Dgscerp a richieste di chiarimenti per i bandi operatori di rete tv locali

La Dgscerp del MiSe ha pubblicato le prime risposte ad alcune delle richieste di chiarimenti per i bandi operatori di rete tv locali

La Dgscerp del MiSe ha revocato i tre bandi per i nuovi diritti d’uso di frequenze tv a operatori di rete locali nella sub area tecnica 4-b (prov. di Bolzano). Successivamente, ha emanato un nuovo bando per una sola frequenza