L’autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni ha iniziato l’esame dello schema di codice di autoregolamentazione che disciplina la comunicazione politica per le emittenti radiofoniche e televisive locali. aeranti-corallo ritiene importante che l’iter venga completato entro la settimana, affinche’ il codice possa essere emanato in tempo utile per le consultazioni elettorali del 12 e 13 giugno

image_pdfimage_print

Cs 10/2004

                                                      COMUNICATO STAMPA

                                                        AERANTI – CORALLO

                      Le imprese radiotelevisive locali, satellitari, via Internet                       


Roma, lì 29/3/2004

 

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI HA INIZIATO L’ESAME DELLO SCHEMA DI CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE CHE DISCIPLINA LA COMUNICAZIONE POLITICA PER LE EMITTENTI RADIOFONICHE E TELEVISIVE LOCALI. AERANTI-CORALLO RITIENE IMPORTANTE CHE L’ITER VENGA COMPLETATO ENTRO LA SETTIMANA, AFFINCHE’ IL CODICE POSSA ESSERE EMANATO IN TEMPO UTILE PER LE CONSULTAZIONI ELETTORALI DEL 12 E 13 GIUGNO


Prosegue l’iter procedimentale dello schema di codice di autoregolamentazione per la par condicio sulle emittenti radiofoniche e televisive locali Tale codice è stato introdotto dalla legge 313/2003, che modificando quanto disposto dalla legge 28/2000 (che regola la cosiddetta “par condicio” per le comunicazioni politiche), elimina i pesanti vincoli imposti alle emittenti radiofoniche e televisive locali.

Lo schema di codice di autoregolamentazione è stato presentato all’indomani dell’approvazione della legge 313/2003 da AERANTI-CORALLO e da altre associazioni del settore; indi sono stati acquisiti i pareri delle Commissioni I e VIII del Senato e I della Camera nonché dell’Ordine nazionale dei giornalisti e della FNSI. La Conferenza Stato-Regioni non ha rilasciato il prescritto parere.

Ora lo schema di codice di autoregolamentazione, insieme ai suddetti pareri, è stato trasmesso all’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni, che ne ha iniziato l’esame e che dovrà deliberarlo. Indi verrà emanato con decreto del Ministro delle Comunicazioni.

Commentando l’avvio dell’esame da parte dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, l’avv. Marco Rossignoli, coordinatore AERANTI-CORALLO, ha dichiarato: “E’ imminente il momento in cui le emittenti radiofoniche e televisive locali potranno tornare a fare comunicazione politica senza i pesanti vincoli imposti dalle legge 28/2000. Auspichiamo – ha aggiunto Rossignoli – che l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni deliberi entro la settimana, e comunque al più presto, il codice, cosicché lo stesso possa essere emanato dal Ministro delle Comunicazioni.”

“In tal modo – ha concluso Rossignoli – sarà possibile per le emittenti locali svolgere appieno l’attività di informazione e di comunicazione politica durante la prossima campagna elettorale delle elezioni europee e amministrative del 12 e 13 giugno.”

 

Per informazioni: 348 4454981

 

 

                                              AERANTI-CORALLO,

                                      aderente alla Confcommercio,

              rappresenta 1.039 imprese del settore radiotelevisivo