Legge 24 dicembre 2003, n. 350 recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2004)”. Art. 4 commi 1-5, 190

image_pdfimage_print
LEGGE 24 dicembre 2003, n. 350


Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2004). Art. 4, commi 1-5, 190, 252.
(Pubblicata nel Supplemento Ordinario n. 196 alla Gazzetta Ufficiale del 27 dicembre 2003, n. 299)

…OMISSIS…

Art.4, commi 1-5, 190
(Finanziamento agli investimenti)

1.  Per  l’anno 2004, nei confronti di ciascun utente del servizio radiodiffusione,  in  regola per l’anno in corso con il pagamento del relativo canone di abbonamento, che acquisti o noleggi un apparecchio idoneo  a  consentire la ricezione, in chiaro e senza alcun costo per l’utente e  per il fornitore di contenuti, dei segnali televisivi in tecnica digitale terrestre (T-DVB/C-DVB) e la conseguente interattivita’,  e’  riconosciuto  un  contributo  statale pari a 150 euro.  La  concessione  del contributo e’ disposta entro il limite di spesa di 110 milioni di euro.

2.  Un  contributo statale pari a 75 euro e’ altresi’ riconosciuto alle  persone  fisiche  o giuridiche  che  acquistano o noleggiano o detengono  in comodato un apparecchio di utente per la trasmissione o la  ricezione  a  larga banda dei dati via Internet. Il contributo e’ corrisposto   mediante   uno   sconto  di  ammontare  corrispondente, praticato sull’ammontare previsto  nei  contratti di abbonamento al servizio  di  accesso a larga banda ad Internet, stipulato dopo il 1° dicembre  2003.  La  concessione  del contributo e’ disposta entro il limite di spesa di 30 milioni di euro.

3.  Il  contributo  di  cui  al  comma 2 e’ riconosciuto, nel caso dell’acquisto, immediatamente  sulle  prime  bollette di pagamento e fino  alla  concorrenza  dello  sconto. Nel caso del noleggio o della detenzione  in  comodato, il cui contratto deve avere durata annuale, il contributo e’ riconosciuto ripartendo lo sconto sulle bollette del primo anno.

4.  Con  decreto del Ministro delle comunicazioni, di concerto con il  Ministro dell’economia e delle finanze, da emanare entro sessanta giorni  dalla  data  di  entrata in vigore della presente legge, sono definiti  i  criteri  e  le  modalita’ di attribuzione dei contributi statali.  In  ogni  caso, il contributo statale di cui al comma 2 non puo’  essere  cumulato, nell’ambito della stessa offerta commerciale, con  quello  di  cui  al  comma  1  quando erogati,  direttamente  o indirettamente,  da  parte  dello  stesso  fornitore  di  servizi nei confronti  del  medesimo  utente.  Il  contributo  per  l’acquisto  o noleggio  dei  decoder in tecnica C-DVB e’ riconosciuto a condizione che  l’offerta commerciale indichi chiaramente all’utente i fornitori di  contenuti  con  i quali i soggetti titolari della piattaforma via cavo  abbiano concordato i termini e le condizioni per la ripetizione via cavo del segnale diffuso in tecnica digitale terrestre.

5. Il finanziamento annuale previsto dall’articolo 52, comma 18, della legge 28 dicembre 2001, n. 448, come rideterminato dall’articolo 80, comma 35, della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e’ incrementato di 27 milioni di euro a decorrere dall’anno 2004. Per il solo anno 2004 il predetto finanziamento e’ incrementato di ulteriori 10 milioni di euro.

…OMISSIS…

190.  Dei contributi di cui all’articolo 52, comma 18, della legge 28  dicembre  2001,  n. 448, possono beneficiare in misura paritaria, per  una  quota  pari  al  10  per  cento  della somma riservata alle emittenti   radiofoniche,   le  emittenti radiofoniche  nazionali  a carattere comunitario. I nuovi soggetti beneficiari devono presentare le domande entro il 31 gennaio 2004.

…OMISSIS…

252. La presente legge entra in vigore il 1° gennaio 2004.

La  presente  legge,  munita  del  sigillo  dello Stato, sara’ inserita   nella   Raccolta ufficiale  degli  atti normativi  della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi’ 24 dicembre 2003

CIAMPI

Berlusconi, Presidente del Consiglio dei Ministri

Tremonti,  Ministro  dell’economia e delle finanze

Visto, il Guardasigilli: Castelli