L’indagine audiradio 1999 attribuisce alle 99 emittenti associatte ad aer-anti-corallo 11.183.000 ascolti nel “giorno medio” e 35.877.000 nei “7 giorni”.

image_pdfimage_print

CS 2/2000

                           COMUNICATO STAMPA

             COORDINAMENTO AER ANTI CORALLO            

Roma, 10 gennaio 2000

L’indagine Audiradio 1999 attribuisce alle 99 emittenti associate ad Aer-Anti-Corallo 11.183.000 ascolti nel “giorno medio” e 35.877.000 nei “7 giorni”.

Tali dati confermano la rilevanza e la capacità di penetrazione delle imprese radiofoniche del Coordinamento. Si ritiene comunque necessario un approfondimento dei dati dell’emittenza radiofonica locale. E’ indispensabile anche che vengano realizzate indagini di ascolto regionali, sostenute dalle Regioni e dai Corerat, al fine di far decollare gli investimenti di pubblicità pubblica sull’emittenza locale.

Nel bilancio conclusivo del 1999 emergono dati decisamente soddisfacenti a conforto dell’impegno imprenditoriale dell’emittenza radiofonica locale e in particolare delle aziende associate ad Aer, Anti e Corallo: un impegno profuso nonostante l’assenza di certezze normative, finora inutilmente attese dal Governo, e la prevalente attenzione dedicata dai principali inserzionisti ai mezzi nazionali.
Le emittenti radiofoniche locali, comprese le syndication, il cui dato è stato considerato “significativo” e dunque pubblicato da Audiradio, sono state in tutto 165. Di queste, 99 sono associate ad Aer, Anti o Corallo (il 60%).
Tra le 5 syndication nazionali di emittenti locali rilevate, 3 sono associate ad Aer, Anti o Corallo.
Complessivamente gli ascoltatori lordi delle emittenti associate ad Aer, Anti e Corallo nel “giorno medio ieri” sono 11.183.000 (erano 9.879.000 nel ’98, con un incremento pari a +13,2%).
Complessivamente gli ascoltatori lordi delle emittenti associate ad Aer, Anti e Corallo nei “7 giorni” sono 35.877.000 (erano 30.522.000 nel ’98, con un incremento pari a +17,5%).
Tali dati confermano la rilevanza e la capacità di penetrazione raggiunta dalle imprese radiofoniche locali associate al Coordinamento Aer-Anti-Corallo. In ogni caso si ritiene che sia necessario che Audiradio operi in futuro un maggior approfondimento dei dati dell’emittenza locale. In questo conteso il Coordinamento ritiene che l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, nell’ambito dei ruoli attribuitile dalla legge, debba iniziare ad affrontare le problematiche correlate allo sviluppo delle indagini di ascolto, tenendo conto dell’esigenza di un maggior approfondimento del dato riguardante l’intero comparto locale.
Infine il Coordinamento ritiene molto importante che vengano realizzate anche indagini di ascolto regionali, sostenute dalle Regioni e dai Corerat, poiché solo attraverso le stesse sarà possibile far decollare gli investimenti di pubblicità pubblica sulle emittenti locali.

 

 

 

                     Il Coordinamento Aer Anti Corallo rappresenta oggi

           1300 imprese radiotelevisive italiane sulle circa 1750 operanti