Nuovo rapporto DTS “Dall’intrattenimento a bordo del veicolo all’esperienza integrata in auto”

(12 gennaio 2024)  DTS, società interamente controllata da Xperi, ha pubblicato uno studio, la cui realizzazione è stata affidata all’istituto di ricerche Censuswide, relativo all’uso dei servizi di entertainment disponibili nelle autovetture. Il titolo del documento è: “Dall’intrattenimento a bordo del veicolo all’esperienza integrata in auto”.

Tale rapporto rivela che l’autovettura è vissuta anche come spazio per la fruizione di servizi audiovisivi al pari e, in alcuni casi, anche in modo maggiore rispetto ad altri spazi fisici, quali la propria abitazione o a spazi espressamente dedicati ad attività ludiche.

L’autovettura è dunque intesa anche come ambiente fisico e virtuale in cui è possibile rilassarsi o distendersi.

Man mano che cresce l’importanza del veicolo come spazio ricreativo, i consumatori pretendono sempre più dalla dashboard delle auto che acquistano. Il rapporto ha anche esplorato le funzionalità che i consumatori desidererebbero trovare nell’abitacolo dei loro nuovi veicoli.

Audio e video contano

Il sondaggio ha analizzato un campione composto da 1.015 adulti statunitensi selezionati tra coloro che possiedono o noleggiano un veicolo.

Innanzitutto il rapporto ha rilevato che per la maggioranza degli intervistati (65%) l’intrattenimento a bordo è un aspetto importante nella scelta del mezzo; addirittura nella fascia di età pari o inferiore a 44 anni tale valore sale a quasi l’80%. Due terzi degli intervistati tra i 25 e i 44 anni ha affermato di desiderare un intrattenimento personalizzato, caratterizzato da audio della massima qualità, con contenuti facilmente individuabili e costantemente aggiornati rispetto ai progressi digitali.

Il video, inclusa la TV e lo streaming on-demand, è particolarmente importante tra i più giovani: oltre due terzi degli intervistati di età compresa tra 17 e 44 anni (67%) si sono detti interessati e la stessa percentuale afferma che la presenza di device video a bordo li condiziona nell’acquisto di un determinato modello di autovettura.

In pratica, lo studio dice che il ruolo del veicolo personale continua ad evolversi e diventa molto più di un semplice mezzo per spostarsi; di conseguenza, le aspettative dei consumatori relativamente all’intrattenimento in auto stanno diventando sempre più complesse.

Cosa ci si aspetta

Nel settore automotive è ormai chiaro che ogni vettura, oltre alle caratteristiche tipicamente meccaniche ed elettroniche, oltre alla sicurezza, deve competere in termini di varietà dell’offerta di device atti alla fruizione di contenuti audiovisivi, ben integrati e facilmente individuabili; soprattutto la Generazione Z e i Millennial si aspettano video e audio di alta qualità.

Il 71% degli intervistati di età compresa tra 25 e 34 anni (e il 56% in totale) afferma di aspettarsi un’esperienza di intrattenimento integrata nel proprio veicolo che sia qualcosa di più di una pura amplificazione del proprio smartphone.

Tra coloro che ritengono necessario l’intrattenimento a bordo: l’81% afferma che è importante disporre di un’ampia gamma di contenuti (comprendendo radio locali, streaming, podcast, audiolibri ecc.) e poter accedere a contenuti pertinenti e facilmente individuabili, cioè in evidenza sulla dashboard.

Due terzi affermano che sia importante disporre di contenuti corredati da informazioni visive/testuali, quali le immagini delle copertine degli album o le informazioni biografiche sull’artista e sul brano che si sta ascoltando.

Nel complesso, l’82% afferma che è importante poter continuare ad ascoltare una stazione radio tradizionale anche quando il veicolo è fuori dall’area di servizio on air della stessa.

Il 70% di tutti gli intervistati ha comunque affermato l’importanza di un’esperienza di intrattenimento integrata a bordo del veicolo che sia personalizzabile automaticamente in base ai propri gusti ed interessi, ma che è anche molto importante il non dover armeggiare con i controlli quando si sta guidando.

Il sondaggio, è liberamente scaricabile a questo link: https://dts.com/wp-content/uploads/2024/01/From-In-Vehicle-Entertainment-to-Integrated-In-Cabin-Experience-2024-final.pdf  (AR)

 

Vedi anche:

WorldDAB Automotive 2023: informazioni e considerazioni

WorldDAB Automotive 2023 a Parigi. Lo sviluppo del DAB+ in Europa

WorldDAB Automotive 2023 il 15 giugno a Parigi e on-line

Ecco il programma del WorldDAB Summit 2023, il prossimo 8 novembre

Radio ibrida: comprendere ruolo e funzioni di RadioDNS