Operatori di rete tv: in corso di predisposizione il decreto per la definizione dei contributi annuali 2020 per i diritti d’uso delle frequenze televisive digitali. Rinviato frattanto il termine del 31 maggio per la presentazione delle eventuali autodichiarazioni per coloro che hanno diritto a sconti ed esoneri

image_pdfimage_print

(8 maggio 2020)   La Dgscerp del Ministero dello Sviluppo economico ha reso noto, con una comunicazione in data odierna nel sito del Ministero, che è in via di predisposizione da parte dello stesso MiSe, il decreto con il quale verrà determinato l’importo dei contributi per i diritti d’uso delle frequenze televisive in tecnica digitale, dovuto dagli operatori di rete in ambito nazionale locale per l’anno 2020.

Il precedente decreto 13 aprile 2017 stabiliva, infatti, l’importo dei contributi per i diritti d’uso delle frequenze televisive in tecnica digitale dovuti fino all’anno 2019.

Con il nuovo decreto, specifica la Dgscerp, verranno tra l’altro indicate le nuove scadenze per gli obblighi  a carico degli operatori, per cui il termine del 31 maggio (originariamente fissato per l’eventuale invio al Ministero delle autodichiarazioni da parte dei soggetti cui spettavano sconti ed esoneri) è da ritenersi rinviato. (FC)

Vedi anche:

18/7/19 – Operatori di rete tv. Il 31 luglio scade il termine per il pagamento dei diritti di uso delle frequenze per la tv digitale terrestre