Pubblicità sui media: il 2019 si chiude globalmente in negativo. La radio è in controtendenza, a +1,7%

image_pdfimage_print

(17 febbraio 2020)   Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia, come rilevato da Nielsen, chiude il mese di dicembre 2019 a -1,9% rispetto allo stesso mese del 2018. La raccolta globale sull’anno chiude in negativo dello -0,9%. Escludendo dalla raccolta web la stima effettuata da Nielsen sui comparti search, social, classified (cioè gli annunci sponsorizzati) e sugli “Over The Top”, il 2019 chiude a -5,1%.

Con riferimento ai singoli mezzi, la televisione chiude il mese di dicembre con – 7,8%, mentre l’intero anno 2019 si attesta a -5,3%. La radio, uno dei mezzi classici che ha fatto meglio, pur chiudendo il mese di dicembre in negativo a -4,3%, mantiene il segno positivo sull’anno, con un dato totale a +1,7%.

Sempre male la carta stampata: i quotidiani a dicembre segnano -14,2%, e chiudono l’anno 2019 a -10%. I periodici perdono a dicembre -12,6% e chiudono l’anno 2019 a -13,9%.

Il dato su tutti i mezzi è disponibile a questo link. (FC)

Vedi anche:

Pubblicità in radio: il 2019 chiude in positivo, a +1,7%, ma dicembre è in calo

Pubblicità in radio. Fcp Assoradio: leggero calo a novembre

12/12/19 – Pubblicità sui media. Per Nielsen investimenti a ottobre +0,6%