Radio. Molto bene ad aprile la raccolta pubblicitaria (+7,8%)

image_print

(27 maggio 2022)  Gli investimenti pubblicitari sul mezzo radio hanno registrato ad aprile 2022 un dato in sensibile crescita (+7,8%), chiudendo il primo quadrimestre con un progressivo del +4,2%. E’ quanto comunica l’Osservatorio Fcp-Assoradio, coordinato dalla società Reply.

Secondo la federazione che riunisce le concessionarie pubblicitarie radiofoniche, il dato del mese di aprile esprime il miglior valore di crescita del primo quadrimestre, dopo un marzo già decisamente positivo (+6,6%).

Nel primo quadrimestre 2022, a crescere non sono solo i fatturati, ma anche il numero degli inserzionisti (+22%) e le campagne pubblicitarie (+17%).

In un confronto con il periodo pre-pandemico, (primo quadrimestre 2022 vs primo quadrimestre 2019) emerge la crescita, in particolare, di settori quali Distribuzione, Finanza/Assicurazioni, Abitazione e Turismo. Per alcuni comparti – rileva Fcp-Assoradio – è stato colmato il gap di investimenti pubblicitari che si era creato nella fase più critica dell’emergenza sanitaria. (FB)

 

Vedi anche:

Pubblicità sui media: in crescita il primo trimestre, segno negativo a marzo

Pubblicità in radio: bene a marzo (+6,6%)

Pubblicità sui media: febbraio 2022 in positivo a +11,6%

Pubblicità sui media: a gennaio 2022 cresce la radio e cala la tv

Mercato pubblicitario italiano – confronto gennaio 2021/gennaio 2022 (secondo Nielsen)

Pubblicità sui media: a ottobre +5,2% sul 2020

Pubblicità sui media: settembre in crescita del +6,5%

Pubblicità sui media: stabile ad agosto, primi otto mesi 2021 + 21,3%

Pubblicità sui media: a luglio +6,9%. Primi sette mesi 2021 + 23,1%

Pubblicità sui media: forte crescita a maggio. Molto bene la raccolta su tv e radio

Investimenti pubblicitari sulla radio: a maggio si conferma trend positivo

Investimenti pubblicitari radio: aprile in forte crescita

Radiocompass 2021: secondo incontro su “La radio costruisce”

RadioCompass 2021. Con la pandemia, la radio si è espansa all’interno dei diversi contesti di fruizione

Radiocompass 2021, il 15 aprile il primo webinar su “La radio rende”