RadioCompass 2021. Con la pandemia, la radio si è espansa all’interno dei diversi contesti di fruizione

image_print

(15 aprile 2021)    Si è tenuta oggi, in modalità webinar, la prima delle tre sessioni previste dell’edizione 2021 di RadioCompass, evento organizzato da FCP-Assoradio con Mindshare dedicato alla radio e alle opportunità offerte dal mezzo.

La Radio Rende, questo il titolo dell’appuntamento odierno, è stato introdotto dal presidente di Fcp Assoradio, Fausto Amorese, e dal Chairman di Mindshare, Roberto Binaghi.

Quest’ultimo, in particolare, ha sottolineato che, anche grazie al periodo che abbiamo vissuto, caratterizzato dall’emergenza pandemica, è avvenuta una accelerazione nella digitalizzazione degli Italiani. La radio, in tale contesto, si è perfettamente adattata e si è trasformata, passando dall’essere un elettrodomestico a divenire una vera e propria piattaforma.

La radio, ha aggiunto Binaghi, è fonte di informazioni, musica e contenuti e arriva nella vita di tutti, in modo pervasivo, attraverso l’apparecchio radiofonico, la tv, gli smart speaker, le autoradio, i pc, ecc.

Federica Setti (Chief Research Officer della unit Business Intelligence & Insight GroupM) e Alice Porrati (Head of Business Consulting GroupM) hanno, qundi, presentato una serie di interessanti dati di scenario sulla radiofonia e la relativa evoluzione che ha caratterizzato l’ultimo periodo.

Gli ultimi mesi hanno accelerato il cambio da sistema a piattaforma, con un incremento degli ascolti dai diversi device che riportano un’attenzione maggiore rispetto alla media. In particolare, sul cluster dei cosiddetti “Heavy Listener” (cioè gli ascoltatori più fidelizzati) si è notato un incremento nell’ascolto multipiattaforma.

Altra evidenza emersa è che, in un contesto caratterizzato da una mobilità ridotta, la radio ha dimostrato di non essere ascoltata soltanto in Autoradio, bensì si è espansa all’interno di diversi contesti di fruizione.

La radio, nelle 24 ore, non ha più un “peak time” nelle classiche ore dedicate agli spostamenti in automobile, ma gli ascolti si sono espansi anche nelle altre ore della giornata.

Oltre al cambio di fruizione, la Radio ha vissuto, nell’ultimo periodo, anche un cambiamento nella composizione del relativo pubblico. Dai dati presentati, emerge che la radio attrae un rilevantissimo numero di “decisori di acquisto”. Inoltre, un altro elemento interessante è che, in sinergia con gli altri mezzi, la radio migliora l’efficacia globale della pubblicità.

L’incontro è quindi proseguito con un panel di alcuni rappresentanti di aziende che hanno approfondito il tema di come la radio sia entrata nelle relative strategie di comunicazione.

I successivi incontri di RadioCompass sono previsti per giovedì 6 maggio, (ore 10:00-11:00) sul tema “La Radio costruisce”, dedicato al ruolo della radio nel media mix e, in particolare, a come questo mezzo possa avere un ruolo fondamentale nella costruzione della brand awareness e dell’equity di marca, e per giovedì 27 maggio (ore 17.30-19.00) su “La Radio innova”, dove verrà approfondito il futuro della radio e verranno premiate le migliori campagne e le iniziative più interessanti degli ultimi 18 mesi (“La radio premia”). (FC)

(Nella foto: il presidente FCP-Assoradio, Fausto Amorese)

 

Vedi anche:

Radiocompass 2021, il 15 aprile il primo webinar su “La radio rende”