Regione Calabria: stanziamento di 1 milione a sostegno dei media calabresi, tra cui radio e tv locali

image_print

(17 maggio 2021) La Regione Calabria ha approvato lo stanziamento di 1 milione di euro a sostegno del settore dei media con sede in Calabria. Tra i destinatari della misura, anche le tv e le radio locali della regione.

Il bando è, infatti, destinato a società editrici, cooperative e associazioni editoriali, con sede legale, ovvero sede operativa principale e attività produttiva in Calabria, che editano testate giornalistiche cartacee e online; società radiotelevisive locali che hanno sede legale e operano in Calabria e che producono e diffondono informazione e format giornalistici di carattere locale con frequenza quotidiana.

Per quanto riguarda le emittenti radiofoniche e televisive locali, in particolare, sono previsti i seguenti requisiti di ammissibilità:

– essere iscritte da almeno due anni presso il Tribunale del luogo in cui hanno sede legale e al Registro degli Operatori della Comunicazione (ROC) tenuto presso il Comitato regionale per le comunicazioni (Co.re.com.);

– aver aderito ai codici di autoregolamentazione previsti dalla normativa vigente;

– non superare i limiti previsti dalla normativa vigente per la pubblicità radiotelevisiva;

– aver trasmesso nell’anno precedente, quotidianamente e nelle fasce orarie di massimo ascolto, programmi informativi autoprodotti su avvenimenti di cronaca, politici, religiosi, economici, sociali, sindacali o culturali di rilevanza locale;

– applicare ai propri dipendenti uno dei contratti collettivi nazionali di lavoro per il settore delle imprese radiotelevisive private;

– avere un organico redazionale che comprenda almeno un iscritto all’Ordine dei giornalisti in qualità di professionista o pubblicista, con contratto a tempo pieno e indeterminato nel caso di emittenti televisive, ovvero almeno un pubblicista o un professionista, anche con contratto a tempo parziale, purché indeterminato, nel caso di radio locali e mezzi d’informazione editi unicamente sulla rete Internet;

– le emittenti televisive non devono aver carattere di televendita.

L’importo della sovvenzione è determinato sottoforma di contributo “una tantum”; per le radio locali il contributo (a seconda del numero di dipendenti, come specificato nel bando) va da un minimo di 5.000,00 a un massimo di 15.000,00 euro; per le emittenti televisive, inoltre, il contributo (anche qui, a seconda del numero dei dipendenti, come specificato nel bando) varia da un minimo di euro 10.000,00 a un massimo di euro 50.000,00.

Le domande saranno finanziate fino ad esaurimento delle risorse disponibili; gli aiuti saranno concessi alle imprese richiedenti in base all’ordine cronologico di ricevimento delle domande.

Le domande dovranno essere compilate secondo il modulo che verrà reso disponibile nei prossimi giorni sul sito calabriaeuropa.regione.calabria.it.
Nello stesso sito, nonché sul sito di Fincalabria SpA, verranno comunicate con apposito atto le date di apertura e di chiusura dello sportello telematico per l’inserimento delle domande stesse.

A questo link il documento contenente il decreto dirigenziale nonché l’avviso pubblico della Regione Calabria relativo agli incentivi agli operatori economici del sistema editoriale e radiotelevisivo della Calabria “Informa Calabria” (FB)

 

 

Vedi anche

Regione Sicilia: pubblicate graduatorie contributi a fondo perduto per emittenza radiotelevisiva locale ed editoria. 2,5 milioni a tv e radio locali della regione

Regione Sicilia: avviso pubblico per finanziamenti a fondo perduto per emittenza radiotelevisiva locale ed editoria. Domande fino al 15 marzo

Regione Sicilia. Stanziati finanziamenti a fondo perduto per l’emittenza radiotelevisiva locale e l’editoria