Rinnovate le cariche sociali di Aeranti per il triennio 2024-2027. Rossignoli confermato presidente

 

Rinnovate le cariche sociali di Aeranti per il triennio 2024-2027.
Rossignoli confermato presidente
.

 

Roma, 20 marzo 2024

Mercoledì 20 marzo 2024 si è svolta a Roma l’assemblea di Aeranti dove, all’ordine del giorno, era tra l’altro previsto il rinnovo delle cariche sociali per il periodo 1° luglio 2024–30 giugno 2027.

Confermato presidente Aeranti l’avv. Marco Rossignoli.

Confermati anche Fabrizio Berrini nel ruolo di segretario Aeranti e Elena Porta quale coordinatore della Giunta esecutiva Aeranti.

La nuova Giunta esecutiva Aeranti, che entra in carica il 1° luglio 2024, è così composta:
Marco Rossignoli (presidente); Fabrizio Berrini (segretario); Elena Porta (coordinatore della Giunta esecutiva); Anacleto Comin (Radio Company – Padova); Salvatore Cusumano (Assemblee di Dio in Italia – Roma); Davide Demarchi (RTTR e RTT La Radio – Trento); Luigi Ferretti (Sestarete & Rete 8/Puntoradio – Bologna); Enzo Galante (Radio Delta 1 – Atessa, CH); Valter (Giorgio) Galante (Telepadova – Padova); Catia Giarlanzani (Radio Popolare – Milano); Emanuele Mapelli (Umbria Tv – Perugia); Mattia Mariani (Telereggio – Cavriago, RE); Gianluca Padovani (Teleromagna – Cesena); Roberto Ponti (Telenova – Milano); Gianni Prandi (Radio Bruno e Radio Bruno Tv – Carpi, MO); Giovanni Tajani (Televomero – Napoli); Luciano Tarricone (Radio Selene – Corato, BA); Paolo Torino (Canale 21 – Napoli).

Il nuovo Consiglio nazionale Aeranti, che entra in carica il 1° luglio 2024, è così composto:
Marco Rossignoli (presidente); Fabrizio Berrini (segretario); Elena Porta (coordinatore della Giunta esecutiva); Arturo Benasciutti (Sestarete – Torino); Andrea Benassi (Noi Tv – Barga, LU); Bruno Benvenuti (Radio Globo – Roma); Vasco Bonci (Radio Digitale Toscana – Pistoia); Raffaele Budetti (Li.Ra Tv – Salerno); Anacleto Comin (Radio Company – Padova); Salvatore Cusumano (Assemblee di Dio in Italia – Roma); Vincenzo De Cupis (Radio Marte – Napoli); Davide Demarchi (Rttr e Rtt La Radio – Trento); Francesco Di Giorgio (Primantenna – Rivoli, TO); Domenico Distante (Antenna Sud – Francavilla Fontana, BR); Raffaele Esposito (Radio Evangelo – Roma); Luigi Ferretti (Sestarete & Rete 8/Puntoradio – Bologna); Enzo Galante (Radio Delta 1 – Atessa, CH); Valter (Giorgio) Galante (Telepadova – Padova); Fabrizio Gastaldo (Trd Italia – Ponso, PD); Catia Giarlanzani (Radio Popolare – Milano); Domenico Antonio Magnapera (Teleuniverso – Aquino, FR); Emanuele Mapelli (Umbria Tv – Perugia); Mattia Mariani (Telereggio – Cavriago, RE); Alberto Nicolini (Radio Pico, Mirandola, MO); Gianluca Padovani (Teleromagna – Cesena); Pierluigi Picerno (Rdf 102.7 e Radio Mitology – Firenze); Roberto Ponti (Telenova – Milano); Gianni Prandi (Radio Bruno e Radio Bruno Tv – Carpi, MO); Salvatore (Turi) Romano (Canale Otto – Napoli); Maurizio Salvi (Toscana Tv – Campi Bisenzio, FI); Marco Scarzanella (Telelibertà – Piacenza); Giovanni Tajani (Televomero – Napoli); Luciano Tarricone (Radio Selene – Corato, BA); Daniela Tersigni (Reteoro – Roma); Paolo Torino (Canale 21 – Napoli); Claudio Tozzo (Radio Studio Più – Desenzano Del Garda, BS).

Revisore unico di Aeranti è stato confermato il commercialista Stefano Sandroni.

A margine dei lavori, l’avv. Marco Rossignoli ha reso noto che l’Assemblea degli associati Aeranti ha approvato, tra l’altro, i seguenti obiettivi programmatici: la centralità dell’emittenza radiofonica e televisiva locale nel sistema della comunicazione e dell’informazione; il rapido completamento della transizione al digitale televisivo terrestre di seconda generazione (DVB-T2); l’accesso alla capacità trasmissiva delle reti televisive digitali terrestri a condizioni economiche eque e sostenibili per il comparto locale; uno sviluppo delle trasmissioni radiofoniche digitali che garantisca pari opportunità alle emittenti locali rispetto alle emittenti nazionali, che rappresenti la naturale evoluzione dell’attuale diffusione radiofonica analogica e che garantisca il pluralismo e la concorrenza nel settore; un sostegno statale all’informazione radiotelevisiva locale stabile nel tempo; la previsione di specifici interventi finalizzati al sostegno e allo sviluppo del mercato pubblicitario dell’emittenza radiotelevisiva locale; indagini di ascolto basate su metodologie idonee a rilevare la specificità della emittenza locale.

Ricordiamo che Aeranti fa parte della federazione Aeranti-Corallo (di cui Rossignoli è il coordinatore).

Aeranti-Corallo, a sua volta, fa parte del sistema confederale di Confcommercio – Imprese per l’Italia.

.