Risposta a quesito di Aeranti-Corallo del Dirigente div. IV della Dgscerp in data 11 gennaio 2021 – Riscontro a quesito circa l’interpretazione dell’art. 24, comma 1 del Nuovo Tusmar

image_print

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DIREZIONE GENERALE SERVIZI DI COMUNICAZIONE ELETTRONICA, RADIODIFFUSIONE E POSTALI
Divisione IV – Radiodiffusione televisiva e sonora. Diritti d’uso

 

OGGETTO: Quesito sul Nuovo TUSMAR

Con riferimento al quesito inviato il decreto legislativo 8 novembre 2021 n.208 all’art 24 comma 1 prevede che le imprese titolari di diritti individuali di uso delle radiofrequenze possano trasferire o affittare ad altre imprese i propri diritti dd’uso.
Si fa presente che il citato comma 1 si riferisce ai diritti individuali di uso delle radiofrequenze e non alle frequenze in FM, che sono attualmente utilizzate dalle società concessionarie autorizzate alla prosecuzione dell’attività ai sensi della legge 66/2001.
Il successivo comma 3 che disciplina il trasferimento delle concessioni esclude la possibilità di interpretazioni analogiche ed estensive come l’affitto e/o il comodato d’uso pertanto la possibilità di affitto delle frequenze non è prevista per le imprese di radiodiffusione sonora in tecnica analogica.

IL DIRIGENTE
Dott. G. Gagliano