Rossignoli (aer-anti-corallo) ancora su seat-tmc: attendiamo dal governo norme per riequilibrare anche il mercato radiotelevisivo locale, diversamente si avra’ solo il passaggio da un duopolio ad un “triopolio” nazionale

image_pdfimage_print

CS 68/2000

                              COMUNICATO STAMPA
                COORDINAMENTO AER ANTI CORALLO              

 

 

Roma, 10 agosto 2000

 

ROSSIGNOLI (AER-ANTI-CORALLO) ANCORA SU SEAT-TMC: ATTENDIAMO DAL GOVERNO NORME PER RIEQUILIBRARE ANCHE IL MERCATO RADIOTELEVISIVO LOCALE, DIVERSAMENTE SI AVRA’ SOLO IL PASSAGGIO DA UN DUOPOLIO AD UN “TRIOPOLIO” NAZIONALE

 

In seno al pubblico dibattito in corso conseguente l’intesa SEAT-TMC, l’Avv. Marco Rossignoli, Coordinatore AER-ANTI-CORALLO (la federazione che rappresenta il maggior numero di emittenti radiotelevisive locali – in tutto 1283) ha ribadito:
“Siamo spiaciuti che il Governo, nel momento in cui sta valutando di unificare la normativa per permettere l’ingresso di nuovi soggetti nel mercato radiotelevisivo nazionale, e quindi ad aprirlo rispetto alle logiche del duopolio, non spenda viceversa neppure una parola rispetto alla non meno rilevante necessità di riequilibrare il mercato anche per le emittenti locali”.

“Chiediamo pertanto al Governo – ha aggiunto Rossignoli – di fare subito chiarezza su questo punto e di precisare se intenda introdurre regole che favoriscano la crescita e lo sviluppo anche dell’emittenza locale o se, diversamente, voglia solo favorire il passaggio dall’attuale duopolio al “triopolio””.

 

(Per ulteriori informazioni: 0348.44.54.981)

 

 

                         Il Coordinamento Aer Anti Corallo – aderente alla Confcommercio –

          rappresenta oggi 1300 imprese radiotelevisive italiane sulle circa 1750 operanti